MILANO - Jack Dorsey lascia l'incarico di amministratore delegato di Twitter. Al suo posto va il chief technical officer Parag Agrawal, il direttore generale. Dorsey rimarrà comunque nel consiglio di amministrazione fino alla scadenza del suo mandato nel 2022.

La notizia, anticipata prima dalla Cnbc e quindi a ruota da altre agenzie finanziarie, è stata confermata dalla società. A Wall Street il titolo di Twitter è stato sospeso per eccesso di volatilità dopo le indiscrezioni sul passo indietro di Dorsey. Una volta riammesso è schizzato verso l'alto per poi ripiegare e chiudere in ribasso del 2,78% a 45,76 dollari.

Dorsey è amministratore delegato anche di Square, società di pagamenti digitali (che per altro ha investito, in Italia, in Satispay). All'inizio dello scorso anno Dorsey era finito nel mirino del fondo attivista Elliott, azionista del social network, proprio per il suo doppio ruolo che l'avrebbe portato a sacrificare l'attenzione verso la piattaforma dei cinguettii. Una disputa che si è conclusa con la conquista da parte del veicolo finanziario di Paul Singer (che era un sostenitore della campagna di Trump, proprio mentre Twitter decideva di sospendere l'account dell'ex presidente americano) di una rappresentanza nel board.

Quanto al sostituto, Agrawal lavora per Twitter da oltre un decennio e ricopriva l'incarico di chief technology officer dal 2017. Dorsey resterà nel board finchè il suo mandato non terminerà, il prossimo anno. Bret Taylor è stato nominato presidente del consiglio di amministrazione al posto di Patrick Pichette, che resterà nel board.

"Ho deciso di lasciare Twitter perché credo che la società sia pronta per andare avanti senza i suoi fondatori. La mia fiducia in Parag come ceo è profonda. Il suo lavoro negli ultimi dieci anni ha trasformato la società. Sono profondamente grato per le sue abilità, il suo cuore, la sua anima. Ora è il suo momento di guidare la società" ha dichiarato Dorsey.

Non ci sono cambiamenti nell'outlook di Twitter per il quarto trimestre dell'anno, per l'intero 2021 e per gli obiettivi al 2023, ha reso noto la società.