This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Katia Ricciarelli a Jessica e Lulù: “Le principesse non sono come voi”, la replica delle sorelle

Nella puntata del Grande Fratello Vip 2021 di venerdì 3 dicembre, il confronto tra Katia Ricciarelli e le sorelle Lulù e Jessica Hailé Selassié.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Al Grande Fratello Vip 2021, nella puntata del 3 dicembre, si è parlato dello scontro generazionale tra i concorrenti. Alfonso Signorini ha fatto vedere ciò che è accaduto nella scorsa puntata. Jessica Selassié aveva chiesto in confessionale di mandare a casa i concorrenti più adulti perché "sono noiosi e dormono sempre" e ha aggiunto: "Per quello che siamo (principesse) siamo molto umili". Katia Ricciarelli, invece, aveva detto di trovare "patetica" Lulù che se ne va in giro per la casa con la sua borsetta e ha replicato a Jessica: "Io ho conosciuto principi e regnanti e non sono come voi". In puntata, Signorini ha sviscerato la questione.

Lo sfogo di Katia Ricciarelli

Katia Ricciarelli si è sfogata in diretta: "Non vedo la curiosità di capire e di imparare da chi si è fatto il mazzo. Avrei voluto spiegare a loro la vita, ma ogni volta mi sento dire: ‘Non sai cosa ho avuto io', ma cosa ne sapete a 18, 19 anni. Vedo un allontanamento delle persone che hanno una certa età. Io non sono dovuta andare a bussare alla porta del Grande Fratello dicendo ‘Prendetemi'". Alfonso Signorini ha confermato di averla pregata di accettare di partecipare.

Jessica spiega la frase sull'umiltà delle principesse

Jessica Hailé Selassie prima ha replicato a Katia Ricciarelli: "Noi da Katia abbiamo sempre imparato qualcosa. Ci ha raccontato tante cose della sua vita. Però un adulto può imparare da un bambino e viceversa. Tu te la sei presa troppo sul personale". Poi ha spiegato perché ha detto che per essere principesse sono anche troppo umili:

"Noi non ci riteniamo né famose, né vip. Nel mondo, quando ci presentiamo, il nostro cognome è molto importante. Abbiamo una responsabilità enorme sulle spalle. Molte persone si aspettano un comportamento che noi in primis abbiamo smontato. Dite che non siamo umili, ma vi assicuro che per la vita che abbiamo, siamo molto umili. L'umiltà è un valore che la famiglia ci ha insegnato".

Manila Nazzaro ha spiegato di non potere accettare che le sorelle Selassié additino i più grandi come persone che non fanno che dormire. Ritiene, inoltre, che ogni età sia buona per ricominciare. Alfonso Signorini ha fatto poi una domanda a Lulù: "Perché ti metti sullo stesso piano di persone che hanno più esperienza?". La sua replica è stata:

"Ci sono tante cose di noi che non abbiamo detto, perché non mi va di raccontare la mia vita. Fatemi parlare, non ho intenzione di inalberarmi. Il dolore, anche di un bambino di 5 anni, può essere paragonato a quello di una persona di 90 anni. Abbiamo sofferto, ma non è una gara di dolori. Infatti, non ho raccontato cose anche molto forti".