Italy

L'intera carriera cinematografica di Crowe

Leggi anche

Enola Holmes: cast, recensione del film Netflix. In uscita anche il 2?

Cinema & serie TV

Arriva in streaming su Netflix Enola Holmes, nuovo film con Millie Bobby Brown. Ci sarà il capitolo 2?

Endless: trailer, trama e recensione del film uscito in sala

Cinema & serie TV

Arriva nelle sale Endless, teen drama che narra la storia d’amore fra una ragazza e il fantasma del suo ragazzo. Ecco il trailer e la recensione

Cobra Kai: cast, trama e recensione in attesa della terza stagione

Cinema & serie TV

Cobra Kai è ora disponibile su Netflix, lo spin off e sequel di Karate Kid che ripercorre la storia di Johnny e della rinascita del suo dojo

Skyfall: cast del 23º film della serie 007, diretto da Sam Mendes

Cinema & serie TV

Recensione di Skyfall, il 23º film della serie 007 dal successo planetario, diretto da Sam Mendes, con Daniel Craig protagonista

Una breve panoramica sulla carriera dell'attore neozelandese Russell Crowe, famoso per l'interpretazione del generale Massimo Decimo Meridio

Russell Crowe è uno degli attori più apprezzati e amati di Hollywwod, capace di passare da ruoli fortemente drammatici a quelli più comici fino a vestire i panni dell’eroe nei film d’azione.

Un attore che è riuscito a risorgere dopo alcuni film flop dal punto di vista della critica e da quello degli incassi, per poi affermarsi definitivamente come uno degli interpreti più amati del panorama attoriale hollywoodiano, grazie alla sua capacità di cambiare aspetto fisico e accento per entrare in totale sintonia con i personaggi.

Gli esordi

Russell Ira Crowe nasce a Wellington (Nuova Zelanda) il 7 aprile 1964 e sin da piccolo comincia a frequentare i set cinematografici grazie ai genitori che si occupavano dell’allestimento del catering.

A 4 anni si trasferirà con la famiglia nella vicina Australia dove scoprirà la sua passione per la musica che lo porterà a lasciare la scuola a 17 per perseguire il suo sogno nel campo musicale, e mantenendosi con alcuni lavori saltuari come animatore turistico.

Grazie alla sua abilità canore girerà l’Australia con vari spettacoli musicali sino a quando non sarà notato e scelto per il ruolo di protagonista in Skinheads (Geoffrey Wright, 1992), che gli valse il premio come miglior attore protagonista dall’Australian Film Istitute.

Skinheads ottiene un buon apprezzamento dalla critica internazionale e la sua performance viene notata da Sharon Stone, che in veste di produttrice e attrice, decide d’ingaggiarlo per il film western Pronti a Morire (Sam Raimi, 1995) dove sarà circondato da molte star del cinema come Leonardo Di Caprio e Gene Hackman.

Per il giovane Russel Crowe è un’esperienza fondamentale della sua carriera, ma il film si rivela un fiasco su tutta la linea.

Dopo alcuni film minori arriva la rinascita e l’affermazione con L.A. Confidential (Curtis Hanson, 1997) in cui Crowe può mostrare tutto il suo talento nel tratteggiare un personaggio psicologicamente complesso. Questa pellicola lo porterà alla sua prima nomination all’Oscar e ad una certa fama nel circuito hollywoodiano che conta.

La consacrazione con il Gladiatore

La nomination all’Oscar non sembra portargli fortuna dato che non riceverà ingaggi in film rilevanti fino al 2000 quando il leggendario Ridley Scott lo vorrà come protagonista nel colossal storico Il Gladiatore (2000), per il ruolo del generale romano Massimo Decimo Meridio.

Il film ottiene un immediato successo globale diventando subito un cult e facendo vincere l’Oscar come miglior attore protagonista a Russel Crowe, diventato da quel momento un’icona immortale della storia del cinema.

L’anno dopo sarà diretto da Ron Howard in un altro cult del cinema contemporaneo: A Beautiful Mind (2001) nel ruolo del matematico John Nash per cui vincerà un BAFTA, un Golden Globe e la terza nomination al premio Oscar come attore protagonista.

Il sodalizio con Ridley Scott e le ultime interpretazioni

Dopo Il Gladiatore comincerà un duraturo sodalizio con Ridley Scott, che lo porterà ad interpretare Un’ottima annata – A Good year (2006), American Gangaster (2007), Nessuna Verità (2008) e Robin Hood (2010), ultimo film in cui figura anche come produttore e che gli fruttarono buoni successi critici e commerciali.

Dopo alcuni anni un po’ anonimi torna a riacquista fama e notorietà grazie al musical Les Misérables (Tom Hooper, 2012), in cui fa sfoggio della sua passione per la musica e il canto, nel ruolo dell’ispettore Javert.

Di grande successo anche la performance nella divertentissima commedia The Nice Guys (Shane Black, 2016) nei panni di un disilluso e violento picchiatore, accanto a Ryan Gosling.

Il suo ritorno sullo schermo è arrivato con Il giorno sbagliato (Derrick Borte, 2020),che lo vede protagonista nei panni del sociopatico Tom Cooper in un thriller violento e sanguinolento.

Football news:

Sulscher su un pareggio con Chelsea: parità di gioco. Ma sentivo che se sarà il vincitore, il Manchester United
Hans-Dieter Flick: il Bayern ha giocato bene in difesa e ha lasciato poco a Eintracht
AJAX con il punteggio di 13:0 ha battuto Venlo. Questa è la più grande vittoria nella storia di Heredivizi
Messi non segna il Real Madrid dopo aver lasciato Ronaldo in Juve. Nell'ultimo Clasico prima del trasferimento hanno segnato entrambi
Sergio Ramos: rigore netto, sono stato preso. È ingiusto condannare l'arbitro
Ronald Kuman: non capisco var, sta lavorando contro di noi. Il barcellona non merita queste sconfitte
Griezmann non ha fatto un'azione efficace in cinque partite a Kuman