Italy

L’Istat: a marzo +400% di decessi a Bergamo  Verso il rinvio delle elezioni amministrative

Tutti gli aggiornamenti sulla diffusione di Covid-19 di mercoledì 1 aprile

di Paola Caruso

Ore 16.20 - Istat, raddoppiati morti al Nord, a Bergamo +400%
Nei primi 21 giorni di marzo al Nord i decessi sono più che raddoppiati rispetto alla media 2015-19. Il dato emerge dalla nota esplicativa dell'Istat che accompagna i dati sulla mortalità in Italia. Nell'analisi, che tiene conto di 1.084 comuni, si evidenzia in particolare la situazione di Bergamo, dove i decessi sono quasi quadruplicati «passando da una media di 91 casi nel 2015-2019 a 398 nel 2020». «Incrementi della stessa intensità, quando non superiori - si legge -, interessano la maggior parte dei comuni della provincia bergamasca».

Ore 16.16 - Palazzo Chigi a lavoro, ipotesi dpcm stasera


Si sta lavorando in queste ore a Palazzo Chigi per chiudere il dpcm (decreto del Presidente del consiglio dei ministri, ndr) con la proroga delle misure anti contagio da Coronavirus. L'obiettivo, viene spiegato, è chiudere il provvedimento entro questa sera. Il ministro Roberto Speranza ha annunciato che la proroga varrà fino al 13 aprile.

Ore 16.13 - Di Maio, arrivate dall'estero 30 milioni di mascherine


Dall'inizio della crisi di Covid-19 «dall'estero sono arrivate 30 milioni di mascherine di cui 22 milioni dalla Cina». Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, rispondendo durante il "question time" alla Camera dei Deputati. «Sono state inoltre raccolte oltre 600 segnalazioni di potenziali fornitori da oltre 60 Paesi e organizzazioni internazionali grazie al lavoro diplomatico e consolare nel mondo», ha aggiunto. «Solo ieri - ha continuato Di Maio - sono arrivate 7 milioni di mascherine e oggi ne arriveranno altre dalla Turchia a Pratica di Mare».

Ore 16.08 - Tridico: arrivati 1,4 milioni di richieste cig


L'Inps ha ricevuto già richieste di cassa integrazione per 1,4 milioni di lavoratori a causa dell'emergenza coronavirus. Lo ha detto il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico intervistato da Rainews24. Tridico ha spiegato che per 1,2 milioni di lavoratori il pagamento è a conguaglio quindi hanno ricevuto già il trattamento dalle loro aziende. Per altri 200.000 lavoratori il pagamento sarà diretto. L'Inps ha ricevuto 339.000 domande per l'indennità dei lavoratori autonomi che hanno dovuto interrompere la loro attività a causa dell'emergenza coronavirus.

Ore 15.58 - Germania verso proroga misure fino a 19 aprile


Il governo federale e i Land riuniti in tele-conferenza con la cancelliera Angela Merkel intendono prolungare le misure di contenimento per il coronavirus almeno fino alla fine delle vacanze di Pasqua, che in Germania durano fino al 19 aprile. È quanto apprende la Dpa da una proposta di decreto del governo per la riunione tra la cancelliera e i ministri-presidenti dei Laender tedeschi.

Ore 15.55 - Weidmann, solidarietà Ue importante
«La solidarietà è importante, anche a livello europeo». Lo ha detto il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, in un'intervista a Die Zeit in uscita domani, secondo un'anticipazione. «Le banche centrali possono dare alcuni importanti contributi per attutire le conseguenze economiche della crisi. Hanno però un mandato speciale sulla politica monetaria - afferma - e quindi la politica non dovrebbe sentirsi scaricata della responsabilità».

Ore 15.53 - Lazio, arrivati 1 milione mascherine Ffp2 e 200 mila camici


Nel Lazio arrivati, da acquisti diretti, 1 milione di mascherine Ffp2 e 200 mila camici, per la protezione degli operatori sanitari dal rischio di contagio da coronavirus. Lo annuncia la Regione sul profilo social «Salute Lazio».

Ore 15.48 - Oltre 4mila morti Usa, raddoppiati in 72 ore


In America ci sono ora oltre 4.000 morti a causa del coronavirus, di cui 1.550 a New York, con i casi di contagio accertati che salgono in tutto il Paese a 190.000. È quanto emerge dagli ultimissimi dati elaborati dalla Johns Hopkins University. Il numero delle vittime è raddoppiato in meno di tre giorni.

Ore 15.46 - Biden, difficile immaginare convention a luglio


Joe Biden, il frontrunner dem nella corsa alla Casa Bianca, dubita che la convention del partito possa tenersi a metà luglio. «È difficile da immaginare», ha risposto in una intervista alla Msnbc, ipotizzando che sia posticipata a causa della pandemia di coronavirus. L'ex vicepresidente ritiene invece che «non c'è alcuna ragione per eliminare o ritardare le elezioni generali» (previste a inizio novembre, ndr) ma ha ammesso che potrebbero esserci seri adattamenti, ad esempio aumentando la possibilità di votare senza andare fisicamente alle urne, ad esempio per posta, online o addirittura col drive-in.

Ore 15.38 - In Gb oltre 550 morti in 24 ore


Balzo di 563 morti in più per coronavirus in 24 ore negli ospedali del Regno Unito, concentrati soprattutto in Inghilterra e a Londra, fino a un totale registrato di 2.352, secondo i dati del ministero della Sanità britannico aggiornati ad oggi. I contagi censiti passano invece da 25.150 a 29.474, ossia un picco di 4.324 più di ieri. I test eseguiti nel Paese sfiorano infine ora i 153.000, a un ritmo salito a quasi 10.000 al giorno.

Ore 15.17 - Spagna, la Marina invierà nave-ospedale con 800 letti


La Marina militare spagnola invierà la nave anfibia d'assalto «Galicia» a Melilla per rafforzare le sue capacita' sanitarie. La Galicia è dotata di due sale operatorie, otto posti letto in terapia intensiva, un ambulatorio, triage, radiologia, laboratorio, un'area per le malattie infettive e uno studio dentistico per una capacità globale di 800 posti letto. La nave, che si trova nella base di Rota (Cadice), è pronta a partire non appena riceverà l'ordine. Manca infatti il personale medico, che dovrà essere fornito dal Servizio sanitario militare.

Ore 15.04 - Uefa-federazioni, prima campionati e coppe in estate


Sono state sospese le amichevoli delle nazionali previste a giugno, che potrebbero essere giocate più avanti. La decisione, apprende l'Ansa, è stata presa nella riunione fra la Uefa e i segretari generali delle 55 federazioni per fare spazio ai calendari dei campionati nazionali, della Champions e dell'Europa League, che si intende portare a termine dopo la sospensione per l'emergenza. Dal vertice è emerso l'orientamento di far disputare anche a luglio e agosto le coppe europee, che comunque la Uefa vuole concludere anche se qualche campionato non dovesse ripartire.

Ore 15 - Francia, serve fondo Ue con debito comune a tempo


Un fondo comune dell'UE garantito dal debito comune europeo, limitato a 5 o 10 anni. È la proposta della Francia per aiutare l'Europa ad affrontare le conseguenze economiche del coronavirus. «Stiamo pensando a un fondo che sarebbe limitato nel tempo con una possibilità di indebitamento per la risposta a lungo termine alla crisi», ha detto al Financial Times il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire. «È assolutamente cruciale tenere aperta la porta a strumenti ampi e di lungo termine che ci permetterebbero di affrontare una situazione economica "postbellica", ha aggiunto Le Maire.

Ore 14.53 - Licenziato per calo vendite, si uccide a Milano
Aveva appena ricevuto la chiamata del suo datore di lavoro, proprietario di un negozio di alimentari in zona Navigli, che gli comunicava di averlo licenziato per via del calo delle vendite dovuto all'emergenza Coronavirus. Poco dopo, un 26enne di origini senegalesi ha aperto la finestra del bagno del suo appartamento, che si affaccia su un cortile interno, e si è gettato di sotto togliendosi la vita. È accaduto ieri sera, intorno alle 19.50 in via Pastorelli a Milano.

Ore 14.22 - Berlino, ci sarà strumento di solidarietà Ue adeguato


«È chiaro che la solidarietà è il perno costitutivo fondamentale dell'Ue. Ci sarà uno strumento di solidarietà, sulla base del contratto europeo, che sia adeguato a questa crisi». Lo ha detto la portavoce di Angela Merkel, Ulrike Demmer, rispondendo a una domanda in conferenza stampa a Berlino sull'opposizione italiana al Mes e sulle condizionalità previste se si adoperasse nel caso della crisi esplosa a causa del coronavirus. «I ministri delle Finanze si confrontano e lavorano su questo», ha aggiunto.

Ore 14.16 -Mattarella, periodo travagliato, lo supereremo insieme


«Il Presidente della Repubblica, nell'impossibilità di rispondere personalmente a tutti coloro che a lui si rivolgono, li ringrazia molto ed esprime a ciascuno la sua personale vicinanza in questo periodo cosi travagliato della storia della nostra Repubblica, nella certezza che supereremo, assieme, questo difficile momento». È quanto si legge in un «avviso» pubblicato sul sito del Quirinale e destinato ai tanti cittadini che in queste ore stanno scrivendo al capo dello Stato.

Ore 14.05 - Zingaretti: «Io immune, mascherina per dare esempio»


«Io sono guarito, sto uscendo da una fase complessa ma sto bene. Se sono immunizzato? Sì, la scienza medica conferma che dopo aver contratto il virus si sviluppano anticorpi che rendono l'individuo immune». Così nel corso di una videoconferenza stampa il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti. «Io porto la mascherina per solidarietà rispetto a coloro che mi circondano e per dare l'esempio su come bisogna tenere alta la guardia. A oggi la scienza medica conferma lo sviluppo degli anticorpi e dell'immunità, ma come tutto quello che riguarda il coronavirus siamo in presenza di qualcosa di sconosciuto. Pur avendo conferme, è bene tenere alcune precauzioni che seguo anche io soprattutto nella dimensione del rapporto pubblico, e per essere esempio per tutti».

Ore 14 - Inps: Garante, mettere subito in sicurezza i dati


«Questo data breach è un fatto gravissimo, siamo molto preoccupati», dice il Garante per la Privacy Antonello Soro, parlando dell'hackeraggio del sistema dell'Inps, il cui sito è andato in tilt nel giorno del boom di richieste di indennità per i lavoratori autonomi colpiti dall'emergenza coronavirus. «Abbiamo immediatamente preso contatto con l'Inps - aggiunge Soro - e avvieremo i primi accertamenti per verificare se possa essersi trattato di un problema legato alla progettazione del sistema o se si tratti invece di una problematica di portata più ampia. Intanto è assolutamente urgente che l'Inps chiuda la falla e metta in sicurezza i dati» (qui l'approfondimento: Salvini: «Intervenire o finisce male». Orlando (Pd): «Attacco hacker, sciacalli»).

Ore 13.56 - 50.000 mascherine requisite a Bologna dalla Gdf
Cinquantamila mascherine e oltre 13mila dispositivi medici monouso per la ventilazione respiratoria sono stati requisiti questa mattina all'aeroporto e all'interporto di Bologna e già consegnati all'Agenzia di protezione civile dell'Emilia-Romagna. È quanto scoperto con una duplice operazione condotta da Agenzia delle dogane e dei monopoli e comando provinciale della guardia di finanza, in esecuzione delle direttive del procuratore capo della procura di Bologna, Giuseppe Amato, e del prefetto di Bologna, Patrizia Impresa, e con la collaborazione della protezione civile. Le mascherine, di tipo chirurgico, requisite all'aeroporto Guglielmo Marconi erano di importazione cinese e destinate a rivenditori privati, mentre i dispositivi medici monouso per la ventilazione respiratoria intercettati all'interporto di Bentivoglio, di fabbricazione italiana, erano destinati, in modo illegale, alla Repubblica Sudafricana. «Un duplice blocco, dunque, di importazione ed esportazione, attuato con la massima tempestività e collaborazione di tutte le forze in campo», scrive Regione Emilia-Romagna.

Ore 13.31 - Fallito attacco hacker allo Spallanzani


«C’è stato anche un attacco hacker una settimana fa allo Spallanzani, ma senza successo. Abbiamo degli ottimi Servizi nazionali a tutela pubblica, che ci hanno ragguagliato su questo». Lo ha detto in video-conferenza stampa l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato. La Procura di Roma ha avviato una indagine in relazione all'attacco, e sta anche valutando la vicenda relativa al presunto sabotaggio al San Camillo dove sono stati danneggiati computer dei laboratori per il test Covid-19.

Ore 13.20 - Germania, leader Spd a favore dei coronabond
Il leader dell’Spd Norbert Walter Borjans si è espresso a favore dei coronabond: uno strumento del genere oggi è dovuto «non solo per la solidarietà europea, ma anche per gli interessi nazionali». E ha aggiunto: «Dobbiamo velocemente mettere in piedi qualcosa». Poiché i coronabond richiedono molto tempo, il leader dei socialdemocratici tedeschi propone che si acceda intanto ad una soluzione di aiuto nella cornice del Mes.

Ore 13.17 - Zingaretti: «Fatte 1104 assunzioni di personale ospedaliero»
Le oltre mille e cento assunzioni sono suddivise fra «403 medici, 397 infermieri, 304 altri professionisti», ha poi specificato Zingaretti che ha poi ringraziato il personale sanitario in pensione che si è iscritto per andare come volontario al Nord. «Il Lazio è stato la prima regione d’Italia per volontari», ha aggiunto.

Ore 13.15 - Governo, valutiamo rinvio amministrative all’autunno
Si sta valutando il rinvio delle elezioni regionali e amministrative. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, informando le opposizioni nell’incontro a Palazzo Chigi. Il ministro Federico D’Incà, viene riferito, ha poi aggiunto che il voto, rinviato a causa dell’emergenza, si terrà verosimilmente in autunno. Per il referendum sul taglio parlamentari è già stato approvato il rinvio nel decreto Cura Italia, ma non ancora fissata una data.

Ore 13.04 - Emiliano: «Assunte 750 persone in ospedali Puglia»
Abbiamo assunto 750 persone nel personale sanitario» per l’emergenza: lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano durante una videoconferenza stampa convocata per presentare il nuovo piano ospedaliero. «Queste assunzioni - ha proseguito Emiliano - hanno reso necessario di collocare negli alberghi il personale per tutelarlo maggiormente. Ovviamente noi non possiamo obbligare nessuno a non tornare a casa, ma a chi vorrà potrà usufruire degli alberghi che la Regione metterà a disposizione». Sempre in tema di personale, il direttore del Dipartimento Salute, Vito Montanaro, rispondendo ad una domanda, ha aggiunto che a tutte le Asl è stato dato mandato di «prorogare i contratti a tempo determinato in scadenza».

Ore 13 - Controlli polizia, ieri sanzionate 6.608 persone
Le forze di polizia impegnate nelle verifiche sul rispetto delle norme ieri hanno controllato 230.951 persone e 94.006 tra esercizi commerciali e attività. Secondo i dati diffusi dal Viminale, le persone sanzionate in via amministrativa per i divieti sugli spostamenti sono state 6.608; le persone denunciate per false attestazioni nell’autodichiarazione sono state 93 e quelle denunciate per violazione della quarantena 39. I titolari di esercizi commerciali sanzionati sono stati 103, i provvedimenti di chiusura delle attività 44. Dall’11 al 31 marzo sono state controllate complessivamente 3.680.242 persone e 1.660.967 esercizi commerciali.

Ore 12.50 - Ue propone strumento contro disoccupazione
La Commissione europea propone SURE uno strumento contro la disoccupazione garantito da tutti gli Stati membri, per contribuire a salvaguardare l'occupazione in Paesi come Italia e Spagna, tra i più colpiti dal coronavirus. Lo annuncia la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, su Twitter.

Ore 12.35 - Il bollettino dello Spallanzani di Roma
«I pazienti COVID 19 positivi sono in totale 202. Di questi, 24 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici». È quanto si legge nell'odierno bollettino medico diffuso dall'Istituto nazionale per le malattie infettive, Lazzaro Spallanzani, di Roma. «I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 170. Continua il trend di aumento del numero delle dimissioni in parallelo ad un minor numero di ricoverati Covid-19 positivi».

Ore 12.30 - Conte: «Italia rischia contagio ritorno»


L'«unità» dell'Europa di fronte all'emergenza coronavirus «deve iniziare con le misure di contenimento del contagio. Tutti le dobbiamo contemporaneamente adottare, in modo severo e rigoroso». Lo spiega Giuseppe Conte in una intervista al De Telegraaf. «Siccome siamo al fronte, se uno stato membro non dovesse adottare misure severe e rigorose, il nemico invisibile dilagherebbe e sarebbe gravissimo danno per tutti. E nessuno Stato membro deve rimanere esposto al rischio di un contagio di ritorno -dice il presidente del Consiglio-. L'Italia in questo momento sta pagando un prezzo economico molto alto, ma lo sta facendo per uscire quanto prima da questo stato di emergenza». «Immaginate cosa significherebbe per l'Italia, dopo aver pagato un prezzo così alto dal punto di vista economico e sociale, subire un contagio di ritorno, perché altri stati membri non hanno adottato misure altrettanto severe e rigorose. L'Italia pagherebbe un doppio prezzo», sottolinea Conte.

Ore 12.23 - Parigi, ospedali quasi al collasso


A Parigi gli ospedali sono sull’orlo del collasso. Gli 870 pazienti oggi in rianimazione a Parigi occupano tutti i letti disponibili. Pressione fortissima anche sugli ospedali dell’Ile-de-France, la regione di Parigi, con 2.000 pazienti in rianimazione. «Le curve italiane e francesi si seguono con 10 giorni di scarto. È possibile che la regione Ile-de-France conti entro una decina di giorni lo stesso bilancio della Lombardia», avverte una fonte vicina al ministero della Salute, citata da Les Echos.

Ore 12.17 - Virus molto contagioso anche con sintomi lievi
Il coronavirus può essere trasmesso in modo efficiente anche da parte di chi ha sintomi lievi perché riesce a moltiplicarsi con facilità anche nelle alte vie respiratorie. Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista Nature e condotta in Germania, dal gruppo dell’Università Charité di Berlino diretto dal virologo Christian Drosten.

Ore 12.15 - Ammalato da un mese a casa,accoltella moglie dopo lite
Era stato fermato il 23 marzo dai carabinieri a Milano per aver accoltellato la moglie a casa ed era finito piantonato in ospedale dove era stato trovato positivo. Ora si è scoperto che la lite con la donna, fuori pericolo nonostante le lesioni alla gola, era sorta proprio intorno alla permanenza obbligata in casa dell’uomo che da un mese era malato con molti sintomi riconducibili al coronavirus. Per questo la polizia lo ha nuovamente arrestato ed ora è è piantonato al San Paolo in attesa del via libera sanitario per andare in carcere.

Ore 11.56 - Ema, in valutazione una dozzina di vaccini
L’Agenzia europea del farmaco (Ema) sta valutando anche una dozzina di potenziali vaccini contro il Covid-19. Di questi, due hanno già iniziato la prima fase di sperimentazione, che richiede volontari sani. È però difficile prevedere, spiega sul suo sito, quando saranno pronti. Sulla base delle informazioni disponibili e delle esperienze passate, si stima che ci possa volere almeno un anno prima di avere un vaccino pronto per essere approvato e disponibile in sufficienti quantità per un uso diffuso.

Ore 11.54 - Iran, oltre 47 mila contagi e più di 3 mila vittime
Sono più di tremila le persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19 in Iran. È quanto riferisce il ministero della Sanità di Teheran, che parla di un totale di 3.036 vittime. È invece salito a 47.593 il numero delle persone contagiate. Nelle ultime 24 ore, in Iran sono morte 138 persone e 2.987 sono risultate positive. Sono invece 14.473 le persone guarite.

Ore 11.52 - Spagna, superati 9 mila decessi e 100 mila contagi
La Spagna registra 864 morti nelle ultime 24 ore ( il nuovo massimo per un giorno) e il bilancio supera così i 9000 decessi (9053). Sono inoltre 102.136 le persone contagiate, con un aumento di 7.719 nelle ultime 24 ore. Oltre 22.500 persone sono guarite, ma ben 51mila hanno richiesto il ricovero in ospedale e di questi quasi 5.900 sono in terapia intensiva, con un aumento del 5% rispetto a ieri

Ore 11.34 - Al S.Camillo sabotaggio apparecchiature laboratorio test
«Ho appreso dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo che questa notte è avvenuto un sabotaggio delle apparecchiature del laboratorio per test Covid-19 che doveva essere attivato oggi. Un fatto gravissimo che ci indigna. È stata presentata denuncia ai carabinieri, i colpevoli dovranno essere puniti». Lo comunica l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Ore 11.30 - Medici: «Non usate mascherine della Protezione civile»
Le mascherine ricevute ieri dagli Ordini dei medici provinciali da parte della Protezione civile, circa 600mila pezzi, non sono autorizzate per uso sanitario. Per questa ragione, il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici, Filippo Anelli, ricevuta tale comunicazione dal commissario Arcuri, ha inviato agli Ordini regionali una circolare invitando a «sospendere immediatamente la distribuzione e l’utilizzo di quanto ricevuto, informando eventuali medici o strutture che ne fossero già in possesso».

Ore 11.18 - Torino, in ospedale gli scoprono tumore: salvato
Va in ospedale per il virus e gli trovano un tumore che ostruiva quasi del tutto la trachea e i bronchi. Un giovane paziente è stato salvato da un intervento non invasivo in broncoscopia rigida e supporto Ecmo, grazie alle équipes di Pneumologia e di Rianimazione dell’ospedale Molinette di Torino. Si tratta del primo caso al mondo in cui tale procedura sia stata eseguita in paziente Covid positivo con tutte le difficoltà correlate alla necessità di ridurre la diffusione dell’infezione nell’ambiente e tra gli operatori.

Ore 10.54 - Conte: «Subito decreto-legge per liquidità alle imprese»
«Siamo al lavoro per anticipare in un decreto-legge le misure da adottare subito, le misure più urgenti per dare liquidità alle imprese. Avvertiamo tutta l’urgenza di intervenire prima possibile». Lo ha annunciato nel corso del vertice a Palazzo Chigi il premier Giuseppe Conte che ha parlato di due, al massimo tre giorni per dare un sostegno immediato, liberando risorse per l’economia reale, spiega il ministro dell’Economia Gualtieri, per almeno 500 miliardi. Questo decreto ha la precedenza su quello cosiddetto «Aprile» per le famiglie. In oltre, nell’incontro con le opposizioni, il premier ha tracciato il quadro economico generale e proposto un tavolo maggioranza-opposizione che si riunisca «con ritmo più serrato» per assicurare un confronto che porti alla più ampia condivisione possibile anche sul piano sostanziale. Per quanto riguarda il ritorno al lavoro, il presidente ha prospettato un rientro graduale. «Il Comitato tecnico scientifico ci invita a non abbassare la guardia. Dobbiamo programmare un ritorno alla normalità che deve essere fatto con gradualità e deve consentire a tutti, in prospettiva, di tornare a lavorare in sicurezza. Valorizzeremo ulteriormente i protocolli di sicurezza. Questo il nostro impegno».

Ore 10.52 - Ruffini: «Aiuti a chi lavora in nero, ma no condoni»
Aiutare chi lavora in nero, ma no ai condoni. Lo dice a «A Circo Massimo», su Radio Capital, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, spiegando che «mai come in questa fase è giusto dire che non si può lasciare nessuno indietro. Le fasce di popolazione che vivono ai margini vanno sostenute, e il governo sta cercando di introdurre le misure necessarie. Non è una questione fiscale ma una questione di equità». «Non è allo studio» invece, una nuova «pace fiscale», come quella proposta da Matteo Salvini.

Ore 10.27 - Corea del Sud, nuovi casi in calo
La Corea del Sud ha registrato ieri 101 nuovi casi, in calo rispetto ai 125 di lunedì, per un totale di 9.887. Sono tre i nuovi decessi che portano il bilancio a 165. Il 35% delle infezioni relative alle ultime due settimane è importato, mentre i contagi di ritorno sono 560 in tutto. Le regole più stringenti sugli ingressi nel Paese hanno abbattuto del 93% gli arrivi nell’ultima settimana di marzo rispetto alla prima.

Ore 10.05 - Olanda, guarisce una donna di 101 anni
Una donna olandese di 101 anni è guarita dal coronavirus, lo rende noto l’ospedale di IJsseland, vicino a Rotterdam, spiegando che questo caso rappresenta un «barlume di speranza». L’anziana era stata ricoverata una settimana e mezzo fa, con difficoltà respiratorie, ed era risultata positiva. La donna, che vive sola, resterà per alcuni giorni in una casa di riposo, prima di far ritorno alla sua abitazione. Anche in Italia, una riminese di 101 anni è guarita dopo il contagio.

Ore 10 - In Cina registrati 1367 soggetti asintomatici
Per la prima volta le autorità sanitarie cinesi segnalano i casi di coronavirus tra i soggetti asintomatici. I dati della Commissione sanitaria nazionale parlano di un totale di 1.367 pazienti asintomatici, 130 dei quali confermati ieri.

Ore 9.50 - Speranza: «Confermate tutte le misure fino al 13 aprile»
«Sono prorogate fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate» per l’emergenza, afferma il ministro della Salute Roberto Speranza durante l’informativa in Senato. In questo momento è importante fare attenzione, «non commettere errori» per non rischiare nuovi focolai. E aggiunge: «Non c’è un cessato allarme. La strada è ancora lunga e sbagliare i tempi significa vanificare tutti gli sforzi. È stata ed è ancora durissima, ma risposta Paese c’è. Stiamo già pensando al dopo». Qui l’articolo.

Ore 9.39 - Fontana: «Circolare Viminale? Vale la mia ordinanza»
In Lombardia, dopo la circolare del Viminale, «non cambierà nulla di quello che c’è nella mia ordinanza». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso del programma «Centocittà» su Radio 1. A chi gli chiedeva se si rischia una multa, nel caso in cui si venga sorpresi a fare una passeggiata con i figli, il governatore ha concluso: «Se non c’è una motivazione valida e non si è distanziati sì».

Ore 9.22 - Le vittime in Europa sono oltre 30 mila
Degli oltre 42 mila decessi nel mondo più di 30 mila sono in Europa, secondo i conteggi dell’Afp. L’Europa è quindi il continente più duramente toccato dal coronavirus.

Ore 9.10 - Medici lombardi, attenti a uscire con i bambini
«Permettere la passeggiata con i bambini è rischioso, perché se abbiamo la notizia positiva della riduzione dei contagi, vuol dire che le misure drastiche stanno funzionando. Mollare così all’inizio può essere un pericolo», precisa su Radio Capital Paola Pedrini, segretaria generale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg) della Lombardia e medico a Bergamo, commentando la circolare del Viminale che «apre» alle passeggiate dei genitori con i bambini.

Ore 9 - Viminale: «Le regole sugli spostamenti non cambiano»


«Le regole sugli spostamenti per contenere la diffusione del coronavirus non cambiano». A precisarlo è una nota del ministero dell’Interno riferendosi alla circolare diffusa ieri (qui il testo completo). «Si può uscire dalla propria abitazione esclusivamente nelle ipotesi già previste dai decreti: per lavoro, per motivi di assoluta urgenza o di necessità e per motivi di salute. La circolare del ministero dell’Interno del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi», come la possibilità di uscire con i figli minori per un solo genitore per camminare, in prossimità della propria abitazione. Per quanto riguarda l’attività motoria «è stato chiarito che, fermo restando le limitazioni indicate, è consentito camminare solo nei pressi della propria abitazione», mentre continua ad essere vietato l’accesso ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici.

Ore 8.57 - Expo 2020: Dubai annuncia il rinvio dell’evento


Secondo il quotidiano in lingua araba «Al Bayan», la richiesta degli organizzatori di rinviare l’evento internazionale rappresenta «un messaggio di solidarietà nello spirito di Expo, e darà l’opportunità a diversi Paesi di organizzare le loro situazioni interne e affrontare queste sfide» legate alla Covid-19. Il rinvio dell’esposizione, «assicurerà la partecipazione — terminata l’emergenza — di tutti i Paesi che hanno annunciato la loro presenza».

ore 8.55 - Gallera: «Tenete i bambini a casa»


«La situazione è positiva nel senso che negli ultimi giorni c’è stato un rallentamento dei positivi, delle persone in ospedale, e anche delle persone in terapia intensiva ma per questo dobbiamo stare a casa. Stiamo a casa teniamo i bambini a casa, è dura, lo sappiamo ma un piccolo sacrificio ancora e possiamo buttarci tutto alle spalle». L’appello è dell’assessore al welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera in collegamento con Unomattina, all’indomanni dalla circolare del Viminale che apre sulla possibilità di portare i bambini a fare una breve passeggiata. Qui l’articolo.

Ore 8.16 - Crimi: «Portare fuori i bimbi è una necessità»


« Non c’è alcun allentamento dei controlli» e la circolare del Viminale si riferisce ai bambini molto piccoli quelli per cui «uscire è una necessità», non certo «a un 15enne». Lo chiarisce il viceministro agli Interni Vito Crimi a «Radio Anch’io» su Rai Radio 1. «Deve essere chiaro: non possiamo far pagare quello che sta accadendo ai bambini piccoli» che non possono essere «vittime dell’isolamento». Qui l’approfondimento.

Ore 7.55 - In Cina 36 nuovi casi: 35 sono «importati»
Il Paese asiatico registra 36 nuovi casi e di questi 35 sono importati. I dati della Commissione sanitaria nazionale parlano di un totale di 806 casi «di ritorno», mentre l’unico caso di trasmissione locale viene segnalato nella provincia di Guangdong, con 130 positivi senza sintomi. Sette sono le persone morte, sei nella provincia di Hubei (la più colpita) e una a Shanghai. La Cina ha sinora confermato il decesso di 3.312 persone morte e 81.554 contagi.

Ore 7.50 - L’Olanda prolunga le restrizioni fino al 28 aprile
I Paesi Bassi hanno esteso le chiusure di scuole, ristoranti e bar fino al 28 aprile per arginare l’epidemia, mentre continua a crescere il numero dei contagi e dei decessi. I casi accertati sono circa 13 mila e le vittime 1.059.

Ore 7.33 - Guterres: «Crisi più difficile dalla Seconda Guerra Mondiale»
È la crisi globale «più difficile» dalla Seconda Guerra Mondiale. Si è espresso così il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, sull’emergenza durante una conferenza virtuale. «Da un lato è una malattia che rappresenta una minaccia per tutti nel mondo e dall’altro ha un impatto economico che porterà una recessione probabilmente senza pari nel recente passato».

Ore 7.07 - Quasi 860 mila casi nel mondo con più di 42 mila decessi
Più di 42 mila morti a causa del coronavirus, come indica la Johns Hopkins University, che parla di 42.341 vittime a livello globale. Aumentano anche i contagi, che arrivano a 859.796. L’Italia è il primo Paese per il triste bilancio delle vittime (12.428), mentre gli Stati Uniti sono primi per numero di casi confermati (189.618).

Ore 6.57 - Usa, oltre 4 mila morti, 830 vittime al giorno
Sono ormai più di 4.000 i morti con coronavirus negli Stati Uniti, secondo i dati aggiornati della Johns Hopkins University, che parlano di 4.076 decessi e 189.618. Gli Stati Uniti sono il primo Paese al mondo per numero di contagi. Solo martedì si sono registrate almeno 830 vittime. Al momento, il Wyoming è l’unico dei 50 Stati a non aver registrato nessun decesso, dopo che ieri è stato confermato il primo morto anche alle Hawaii.

ALTRE NOTIZIE SU CORRIERE.IT

Football news:

Il Bayern ha proposto ad Alaba di estendere il Contratto. Il club non vuole pagare più di 20 milioni di euro all'anno
L'assistente Simeone Bourgas lascerà Atletico. Ha lavorato con Diego per nove anni
I tifosi tedeschi sono contro il riavvio del calcio, ma non sono impazziti. Il potere della Bundesliga è nel loro conservatorismo
Presidente Sassuolo: molti club vogliono Dio, ma abbiamo intenzione di tenerlo
Gareth Bale: non capisco perché molte persone si preoccupino che io giochi a golf. Questa percezione è stata creata dai media
Kuite sostituirà un avvocato a Feyenoord nell'estate del 2021
AZ ha chiesto alla UEFA di annullare la decisione del KNVB sulla distribuzione dei seggi in Champions League dai Paesi Bassi