Italy

L'ultimo saluto all'ex tecnico nerazzurro, colui che nel 1998 guidò l'Inter alla conquista dell'Europa

I funerali di Gigi Simoni, con le belle parole della moglie Monica e il ricordo di molti suoi ex calciatori.

funerali di Gigi Simoni

Si sono tenuti ieri, domenica 24 maggio, nella Basilica di San Pietro a Grado, i funerali in forma quasi privata di Gigi Simoni. L’ex tecnico dell’Inter, era scomparso venerdì scorso dopo che da circa un anno aveva avuto delle complicazioni fisiche a causa di un ictus che lo aveva colpito. L’uomo che guidò l’Inter di Ronaldo – quello vero, come a molti piace sottolineare – alla vittoria della Coppa Uefa del 1998 riceverà poi un omaggio pubblico nella stadio di Pisa, il 3 giugno. Alla cerimonia funebre erano presenti anche dei rappresentanti delle squadre che Simoni, il gentiluomo del calcio, ha allenato. C’erano Colonnese, ex Inter, il numero uno dell’Asso-allentori, Renzo Ulivieri, ed ex giocatori come Igor Protti, Turci e Bernazzani. All’esterno della Chiesa anche un nutrito gruppo di tifosi del Pisa che hanno salutato il feretro sul quale erano adagiati i colori nerazzurri.

I funerali di Gigi Simoni

Un grande affetto dimostrato da più parti per un un uomo che amava il calcio e che forse ha ricevuto indietro da quello sport molto di meno di quanto avrebbe dovuto. Un uomo mite, ma dalla strepitosa visione di gioco e in grado di diventare il secondo papà di molti suoi giocatori.

Il figlio di Simoni, Leonardo, e la moglie Monica hanno ringraziato tutti per l’affetto mostrato con alcune toccanti parole: “Tu sei parte di noi e noi resteremo sempre parte di te. La vita ti ha regalato soddisfazione. Hai fatto della tua passione un lavoro. Ti ho sempre voluto bene e te ne vorrò per sempre – ha ammesso la signora Monica -. L’affetto che riceviamo da ogni parte d’Italia da tifosi di ogni squadra, grandi campioni o presidenti ci conforta tantissimo e ci allevia il dolore per una perdita enorme. Da Cremona c’è stata una grande partecipazione e ringraziamo tutti”.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Giovanni Malagò

Sport

Giovanni Malagò ha parlato dell’attuale situazione del calcio italiano, ma anche dello sci, in seguito all’emergenza coronavirus.

arbitro morto leucemia

Sport

Lo sport piange la scomparsa di Claudio, arbitro ambizioso morto per una leucemia. Malattia contro la quale ha combattuto per oltre 4 anni.

giovanni galli figlio

Sport

Giovanni Galli da quella tragica data non smette di ricevere messaggi d’affetto per Niccolò, figlio nato con il suo stesso talento per il calcio.

ripartenza liga

Sport

Pedro Sanchez conferma la ripartenza della Liga spagnola tra due settimane. Soddisfatto anche il presidente della federazione spagnola.

Football news:

Josep Bartomeu: Barcellona ha vinto la Liga 8 volte in 11 anni. Un risultato storico
Lineker sulla decisione CAS di Man City: è difficile sapere cosa accadrà alle regole della FFP dopo tale
Una vacanza intensa Holand: prima con suo padre ha segato gli alberi, poi ha litigato con la guardia in un night club
Tebas sulla partecipazione di Man City alle competizioni europee: il CAS non soddisfa gli standard di arbitrato
Bartomeu about VAR nella Liga: una serie di decisioni sono state prese a favore di uno dei nostri rivali
Man City ha vinto la UEFA: il divieto di coppa europea è stato annullato, la penalità è stata ridotta
Jorge Valdano: se il Real Madrid batte Granada, prende la Liga