Italy

La Corte dei Conti attacca Quota 100:  «Sul lungo periodo è insostenibile»

previdenza

di Redazione Economia

«In un sistema pensionistico a ripartizione ed in cui la maturazione del diritto a pensione prescinde dal regolare versamento dei contributi nel corso della vita lavorativa, va verificata la sostenibilità della spesa nel lungo periodo», mette nero sui bianco la Corte dei Conti sull’Inps a proposito dell’introduzione di Quota 100. «Vanno altresì considerate le conseguenze di dette azioni sulla sostenibilità del modello da parte del sistema produttivo, sia con riguardo al contributo richiesto alla fiscalità generale, che nei confronti dei soggetti tenuti al versamento della contribuzione», denuncia la massima magistratura contabile. La Relazione è sul 2018 ma si evidenziano i cambiamenti introdotti nel 2019 con il decreto numero 4 che introduce Quota 100 e blocca il collegamento con l’età per chi matura i 42 anni e 10 mesi di contributi (41 e 10 per le donne).

«In un sistema previdenziale che eroga ancora gran parte delle prestazioni ad elevata componente retributiva, peraltro, prosegue la Corte, misure ampliative della spesa attraverso l’anticipo dell’età di pensionamento rispetto a quella ritenuta congrua con l’equilibrio attuariale e intergenerazionale, il blocco dell’indicizzazione dell’età di uscita dal lavoro alla speranza di vita e la reintroduzione del sistema delle finestre (si tratta dei tre specifici interventi attuati con il d.l. n. 4 del 2019 in materia pensionistica), comportano sia esigenze di cassa immediate (tipiche, come detto, di un meccanismo a ripartizione), sia debito implicito, in quanto la componente retributiva del trattamento non viene corretta per tener conto della maggiore durata della prestazione».

Le previsioni per il 2019 del Def mostrano un aumento della spesa per pensioni del 3,2 per cento che tiene conto di Quota 100 e delle altre misure correttive alla legge Fornero e, quindi, dei tassi di cessazione stimati sulla base degli elementi più aggiornati. L’incidenza sul Pil è prevista al 15,6 per cento mentre si dovrebbe attestare nel triennio successivo su una percentuale stimata del 15,8, si legge nella Relazione della Corte dei Conti sull’Inps sul 2018 nella quale sono contenuti anche riferimenti sulle novità in materia previdenziale nel 2019 a partire da Quota 100.. La spesa per altre prestazioni sociali in denaro è prevista in aumento dell’8,3 per cento rispetto al 2018.

Football news:

L'esacerbazione dell'egoismo e dell'avidità è l'ultima cosa di cui il mondo ha bisogno ora. Il vice presidente UEFA della Super League Europea
La Juve ha risposto a barca Pro 🐐 : ti porteremo il vero al Camp Nou
Lampard pensa messi meglio di Ronaldo: scelgo Lionel a causa del puro, naturale talento
Voleva davvero giocare a calcio, ma sapeva che non sarebbe diventato un professionista. Poi ha scritto un libro sul gioco preferito
Strutturalmente, la Juve e Barcellona sono molto simili. Kuman Ha Vinto sul caso, e Pirlo ha spiegato elegantemente le tattiche dopo la partita
Alex Telles ha contratto il coronavirus
Ditmar Hamann: Man City ha raggiunto il soffitto sotto Guardiola. L'ex centrocampista tedesco e Manchester City Dietmar Hamann ha criticato L'allenatore dei cittadini Pep Guardiola