Italy

La dedica di Immobile: “Il mio gol per Daniel e David”, i fratelli di Ardea

L'Italia ha superato matematicamente la fase a gironi degli Europei con una giornata d'anticipo. Gli azzurri dovranno solo sapere se accederanno al prossimo turno da primi o secondi in classifica: tutto dipenderà dallo scontro diretto nell'ultima giornata contro il Galles. A contribuire allo straordinario successo della Nazionale di Roberto Mancini, ci ha pensato Ciro Immobile che ha segnato 2 gol nelle prime 2 gare degli Europei. L'attaccante della Lazio è capocannoniere del torneo, in questo momento, con lo stesso numero di reti di Locatelli, Cristiano Ronaldo e Schick.

Una bella soddisfazione per il bomber di Torre Annunziata che ha chiuso il suo campionato in biancoceleste con più bassi che alti. Si è sempre pensato che il ruolo del centravanti fosse uno dei problemi principali di questa Italia, ma nel frattempo Immobile continua a segnare senza che Mancini debba per forza ricorrere all'utilizzo di Belotti a gara in corso. Il gol contro la Turchia e poi quello contro la Svizzera, nel suo ‘Olimpico' hanno nuovamente accesso i riflettori su Immobile che è già diventato il trascinatore di questa Nazionale. A fine partita l'attaccante azzurro ha però voluto prendersi un momento e da vero leader di squadra, ha dedicato questo gol a Daniel e David, i due fratelli uccisi ad Ardea pochi giorni fa.

La dedica speciale di Immobile a fine partita

Al termine della sfida contro la Svizzera, Ciro Immobile ha parlato nel corso di un'intervista rilasciata alla Rai. L'attaccante della Lazio ha voluto riservare un pensiero ai piccoli Daniel e David, i due bambini morti ad Ardea pochi giorni fa. "Ci tenevo a nome mio e di tutta la squadra a dedicare la vittoria e il gol di oggi a Daniel e David – ha detto Immobile ai microfoni della Rai – I due angeli che non sono più con noi. Stiamo ancora a raccontare cose che non devono succedere. E' doveroso mandargli un abbraccio ovunque essi siano. Avremo voluto partecipare anche al funerale ma per questione di ‘bolla' non abbiamo potuto. Ci stringiamo attorno a questo lutto devastante e quello che potevamo fare in campo lo abbiamo fatto. E' doveroso".

I numero di Ciro Immobile con l'Italia di Mancini

Ciro Immobile ha preso parte a 13 gol nelle sue ultime 11 presenze da titolare con la Nazionale di Mancini. Per l'attaccante della Lazio sono arrivati 8 gol e 5 assist. Alla faccia di chi pensava che il Ct degli azzurri non considerasse il giocatore funzionale al suo gioco. In quel 4-3-3 infatti Immobile ha dimostrato di trovarsi a meraviglia. Di giocare non solo da prima punta, ma anche da attaccante di sponda, di raccordo e capace di garantire profondità a se stesso e ai compagni di squadra che riescono a seguirlo alla perfezione e viceversa.

Un giocatore che si sta dimostrando utilissimo a Mancini e che è ha saputo ascoltare con umiltà i consigli e le dritte del Ct per cercare di essere più funzionale possibile al suo modulo. Nell'ultima stagione Immobile ha realizzato comunque 25 gol e 8 assist tra campionato e coppe nella Lazio di Simone Inzaghi. Il debutto in Nazionale di Immobile è invece arrivato il 5 marzo 2014, nell’amichevole di Madrid persa 1-0 contro la Spagna. Finora, sono state le 47 presenze dell'attaccante e 14 le reti in azzurro. Un rendimento che sicuramente non può che far felice gli azzurri, l'Italia e sicuramente Roberto Mancini che non ha mai smesso di credere in questo attaccante.

Football news:

Kuman ha respinto L'idea del Barça di acquistare Renata Sansches e Christian Romero
Barcellona non ha preso Morib per le tasse in Germania. Le parti non possono negoziare il Contratto
Bayern e Dortmund erano Interessati alla possibilità del trasferimento di Chiesa. Juve negato
La fantastica storia di un surfista australiano: ha conquistato il bronzo dopo una grave lesione al cranio (non poteva nemmeno camminare)
Aguero ha subito un trattamento con cellule staminali per riparare la cartilagine del ginocchio
Mills su Varan al Manchester United: non sono sicuro che sarà come Van Dijk about Diash. Nella Liga 6 partite difficili, senza contare la Champions League
Memphis Depay: non mi importa che mi chiamano ribelle. Suarez ha vinto molto non perché è l'uomo più dolce sul campo