Italy

La figlia di Harry e Meghan ha diritto al trono: Lilibet Diana entra in linea di successione

Il 5 giugno è venuta al mondo Lilibet Diana, la secondogenita (dopo Archie) di Harry e Meghan Markle. Solo dopo 7 settimane il suo nome è stato aggiunto sul sito della royal family, comparendo così nella linea di successione al trono a cui ora ha ufficialmente diritto.

Lilibet Diana, secondogenita di Harry e Meghan, è stata per settimane "ignorata" dalla regina, per così dire. Nata il 5 giugno scorso, la bambina che è a tutti gli effetti una Windsor non era ancora stata inserita nella linea di successione. I Sussex con la Megxit hanno sancito la loro uscita dalla royal family, preferendo condurre una vita libera e per quanto possibile normale, comunque meno vincolata a obblighi ed etichetta. Ciò non toglie ai loro figli, però, il diritto al trono, nel rispetto ovviamente della successione che vede al momento prima Carlo, poi William, poi i figli di quest'ultimo e Kate Middleton e infine lo stesso Harry seguito dai suoi due figli, Archie e appunto Lilibet. Adesso la presenza di quest'ultima è stata resa ufficiale.

Lilibet Diana è ottava in linea di successione

Ci sono volute sette settimane affinché venisse resa ufficiale la posizione di Lilibet Diana nella linea di successione al trono: è ottava. La bambina, figlia dei duchi di Sussex, è stata inserita sul sito della royal family, anche se con un certo ritardo. Solitamente questo passaggio avviene in tempi più brevi: l'aggiornamento della relativa pagina avviene appena c'è un nuovo arrivo in famiglia, di cui viene reso noto il nome e gli eventuali titoli. Così era stato per i principini di Cambridge, figli di Kate Middleton e William: George, Charlotte e Louis. E ci erano voluti una quindicina di giorni anche per Archie, il fratellino di Lilibet. Ma in quel caso, la situazione e i rapporti tra le parti erano molto diversi rispetto a oggi.

Lilibet ignorata dalla royal family: perché?

Se con la Megxit i rapporti tra la royal family e i Sussex si erano solo irrigiditi, l'intervista rilasciata dalla coppia a Oprah Winfrey ha segnato la rottura definitiva. Le dichiarazioni fatte in tv dai due sono state pesanti: si è parlato della depressione dell'ex attrice a causa della troppa pressione e persino di episodi di razzismo nei suoi confronti. Tutto questo ha certamente inasprito la situazione, come si è potuto vedere ai funerali del principe Filippo: l'occasione non era certo allegra, ma è trapelata una certa indifferenza nei confronti di Harry, soprattutto da parte del fratello William. La nascita di Lilibet Diana è stato il lieto evento che serviva per alleggerire la situazione. Il nome scelto per la piccola è un chiaro omaggio alla regina e questo è apparso ai più come un gesto di riconciliazione, un tentativo di riavvicinamento. Tutti i membri della famiglia si sono congratulati coi Sussex per il nuovo arrivo in famiglia, compresa la regina, che anzi pare sia anche stata la prima a venire a vederla, ovviamente in videochiamata. Ma allora perché la piccola è stata ignorata fino a questo momento?

Più che un dispetto potrebbe trattarsi di un fatto ben motivato. Il re (o la regina) è anche a capo della Chiesa Anglicana, dunque per essere aggiunti ufficialmente alla lista degli eredi della Corona è necessario essere battezzati con rito anglicano, dimostrando così di non essere cattolici. Harry e Meghan non hanno ancora provveduto a compiere questo passo, benché sia in programma a breve. Anche se questa spiegazione sembrerebbe la più oggettiva, senza dubbio va anche a marcare ulteriormente quanto la regina abbia potere e quanto pestarle i piedi possa non essere esattamente una mossa producente!

Football news:

I fan dei Rangers hanno dipinto L'autobus di Lione con graffiti offensivi
Shomurodov ha fatto due assist per la Roma nella partita LC. Ha 5 (1+4) punti in 6 partite per club
La polizia ha chiuso l'indagine di insulti razzisti contro Marzial e Tuanzebe. I colpevoli non sono stati puniti
Sulscher sul nuovo contratto di Lingard: negoziare. Speriamo che Jesse rimanga
Le importazioni selvagge in Europa League: Kiper Lazio ha eseguito Dubravka e il difensore della Dinamo Zagabria ha ripetuto il trucco di Lingard
Il capo del club dei tifosi di Man City sulle parole di Guardiola sulla bassa presenza: è il miglior allenatore del mondo, ma deve fare i suoi affari
Ayose Pérez ha segnato il suo primo gol in Coppa del Mondo - Napoli