Italy

La sfida del Covid, dai lavori per il ponte San Giorgio all’Acquario: così è cambiato il volto di Genova. Lo speciale di Sky

Prosegue su Sky TG24La sfida del Covid” il ciclo di reportage che mostra come il covid stia cambiando il volto delle nostre città, da nord a sud, questa settimana con un appuntamento dedicato a Genova, in onda domenica 1° novembre alle 13.30 e alle 20.30. “La sfida del Covid – Genova”, di Laura Ceccherini, racconta il nuovo volto di una città che, pur colpita dalla pandemia, anche nel momento più duro non si è mai fermata, impegnata a ricucire le ferite lasciate dal crollo del ponte Morandi. I lavori del ponte san Giorgio sono proseguiti anche durante il lockdown e, dopo due anni e tanto dolore ad agosto il nuovo viadotto ha nuovamente riunito il Ponente e il Levante della città. Però, nonostante lo sforzo e l’orgoglio per il nuovo ponte, il Covid ha colpito duramente l’economia: dal porto, cuore pulsante della città, che ha perso il traffico legato al turismo, alle grandi attrazioni come l’Acquario di Genova, che ha visto drasticamente calare il numero dei visitatori a causa dei mesi di chiusura, fino alle attività commerciali e le piccole imprese. Alla Caritas sono arrivati nuovi poveri, con la metà delle persone che si sono rivolte a loro che non avevano mai chiesto aiuto prima dell’era pre covid. “La città di Genova ha risposto molto bene, il lockdown è stato rispettato e quando abbiamo ricominciato ad aprire tutti hanno seguito le prescrizioni– ha spiegato il sindaco Marco Bucci, intervistato nel reportage -. Faremo il possibile perché all’uscita dal Covid la situazione economica sia in crescita, in modo tale da poter compensare eventuali problemi dal punto di vista occupazionale”. Eppure, anche nelle difficoltà, Genova prova a reagire e a non dimenticare il bello, come ha fatto ad esempio il Teatro Nazionale, che non potendo portare più il pubblico in platea, ha portato il palco per le strade con l’iniziativa di un teatro itinerante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Scoperto “il collezionista di morte”: rubava foto e ceneri di giovani ragazze nei cimiteri di Roma

next

Football news:

Kuman su 4:0 con la Dinamo Kiev: oggi è stato il Barcellona che vogliamo vedere
Holand continua a insistere sul fatto che sia un mostro. Il più veloce nella storia della Champions League ha segnato 15 gol (e ha aggiunto il 16°)
Kuman sulla vittoria contro la Dinamo Kiev: hanno raggiunto il loro obiettivo-è uscito nei playoff
Sulscher su 4:1 con Istanbul: il Manchester United ha giocato intensamente, si è goduto la partita. Vogliamo essere il 1 ° nel gruppo
L'attaccante Ferencvaros ha sfidato Cristiano: festeggia il gol nel suo stile. Ronaldo ha risposto con uno sguardo nudo e molto malizioso
Morata ha segnato 5 gol in 4 partite in Champions League per la Juve. Il suo miglior risultato - 5 per 12 partite nella stagione 2014/15
Holand ha segnato 15 gol in Champions League il più veloce. In 7 partite migliore del record