Italy

La storia di Ebrima Darboe

Chi è Ebrima Darboe, il centrocampista gambiano della Roma arrivato in Sicilia attraverso un viaggio della speranza.

ROMA – La storia di Ebrima Darboe ha commosso l’intero mondo del calcio e non solo. Il centrocampista gambiano è destinato ad una carriera molto importante e la Roma spera di poterlo tenere a lungo in rosa. Andiamo a conoscere meglio uno dei giocatori del futuro della squadra capitolina e non solo.

Chi è Ebrima Darboe, la carriera del giocatore gambiano

Nato il 6 giugno 2001 a Bakothe, in Gambia, Ebrima Darboe ha iniziato a tirare i primi calci al pallone nella sua città natale. Una passione che a 14 anni lo ha portato a partire dalla Libia da solo, attraversare il Mediterraneo e arrivare in Sicilia come rifugiato.

Un viaggio che aveva come obiettivo quello di diventare un giocatore professionista. Le sue qualità non sono passate inosservate a tutte le persone che si sono occupati di lui nei primi anni dopo l’arrivo in Italia. Dal 2016 al 2017 una prima esperienza a Rieti e poi il trasferimento a Roma per iniziare la sua carriera nel mondo del calcio. La Primavera per conoscere meglio l’Italia e poi la decisione di Fonseca di aggregarlo in Prima Squadra. Per lui non ci dovrebbero essere problemi a proseguire in questo mondo e in molti lo vedono come futuro centrocampista della Roma.

Roma
Roma
fonte foto https://www.facebook.com/officialasroma

Le caratteristiche di Ebrima Darboe

Classiche caratteristiche da centrocampista per il gambiano. Contro il Manchester United ha giocato mettendo in mostra le sue abilità tecniche e tattiche. Il suo futuro sembra essere ancora in giallorosso, ma toccherà a Mourinho decidere se dargli subito fiducia oppure mandarlo in prestito per una stagione.

La decisione definitiva sarà sicuramente presa dopo un confronto con il giocatore e il ritiro invernale. Molte squadre di A e di B sono pronte ad affondare il colpo per assicurarsi il giocatore.

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno