Italy

Laura Pausini «beffata» da Checco Zalone ai David 2021: l'ironia dei social e la delusione dei fan

La vittoria a sorpresa di Checco Zalone per la miglior canzone originale ai David di Donatello 2021 e la conseguente sconfitta di Laura Pausini, super favorita arrivata a un passo dall'Oscar, hanno scatenato uno tsunami di commenti sul web, tra i fan della cantante amareggiati e delusi per il mancato premio a «Io sì (Seen)» e l'ironia di chi vede nella vittoria di «Immigrato» una beffa del destino, tanto da aver pensato che si trattasse di uno scherzo.

Il primo a sorprendersi è stato proprio Checco Zalone, collegato da casa con la cerimonia trasmessa in diretta su Rai1, che scopertosi vincitore, ha detto: «Se lo sapevo venivo». Un trionfo che forse è apparso bizzarro anche allo stesso regista e attore pugliese, dato che il brano che fa da colonna sonora a «Tolo Tolo», all'epoca dell'uscita, era stato ampiamente criticato da una parte dell'opinione pubblica per il modo dissacrante - come quello del film e come tutto lo stile zaloniano - di fare satira sulla questione dei migranti giocando sui vizi degli italiani. Heather Parisi, tra gli altri, aveva detto di essersi sentita a disagio nel guardare il video della canzone e di avervi trovato «un concentrato di luoghi comuni che non hanno nulla di ironico».

In modo diametralmente opposto, a ben guardare, entrambi i brani parlano di integrazione, ma, contenuti a parte, sui social tanti hanno protestato per la vittoria di Luca Medici, a fronte di una cantante pluripremiata a livello mondiale come Laura Pausini che proprio con «Io sì (Seen)»ha vinto un Golden Globe ed è stata nominata agli Oscar: «Ma davvero il pezzo di Zalone, che non conosce nessuno, è stato preferito alla pluripremiata "Io sì?" Ma in base a quale parametri hanno votato?», si è chiesto un fan. «Non ho parole. Per me finisce qui, cambio canale. Perché in Italia non è apprezzata?», ha aggiunto un altro, riferendosi alla cantante. E mentre il web impazzisce fra rabbia e ironia - «La Pausini battuta da Zalone? Pensavo fosse una bufala! Giuro!», ha scritto un altro - a schierarsi con il comico è Mogol che all'Adnkronos ha commentato: «Niente da dire su Laura Pausini, è una grande cantante. Ma Zalone è irresistibile, quindi tutto il mio appoggio».

Laura Pausini, dal canto suo, è apparsa felice ed emozionata durante la cerimonia dei David: a lei è andato il compito di aprire la serata, proprio cantando «Io Sì», ed è esplosa in una risata stupita nel momento in cui è stato svelato il vincitore della miglior canzone. Laura è poi tornata a parlare, al microfono di Carlo Conti, ribadendo la grande gioia di esibirsi in Italia, sottolineata subito dopo anche da un post sui social: «Sono italiana e felice di emozionarmi più di ogni altro posto al mondo proprio a casa mia», ha scritto

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno