Una lite tra cugine finisce a coltellate: nella notte tra mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre sono intervenuti i carabinieri della sezione radiomobile e della stazione di Martignacco a seguito di una segnalazione all'interno di un capannone. Un 35enne residente in Carnia è stato ferito con un'arma da taglio. Immediati gli accertamenti effettuati dal personale, che hanno permesso di accertare che il malcapitato, a seguito di una lite per futili motivi, è stato accoltellato ad un braccio dal cugino, un 37enne residente nella zona di Majano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

L'aggressore è stato rintracciato dai carabinieri presso la sua abitazione: ha ammesso la sua responsabilità, consegnando il coltello usato per l'aggressione, sequestrato dai militari dell'Arma. L'uomo rimasto ferito si è recato autonomamente al pronto soccorso dell'ospedale di San Daniele del Friuli, dove è stato medicato, per poi essere stato trasferito all'ospedale di Pordenone dove si trova tuttora ricoverato non in pericolo di vita. L'aggressore è stato denunciato in stato di libertà per il reato di lesioni personali aggravate.

In Evidenza