Italy

Maestra uccisa a Valenza: “Un uomo ha confessato, movente passionale”

Leggi anche

fano

Cronaca

Ai Fano è stato ritrovato il corpo di una 24enne sui binari della stazione. A dare l’allarme sarebbe stato il macchinista di un convoglio merci.

palermo

Cronaca

A Palermo è morta una neonata durante il parto in ospedale. I genitori hanno già sporto denuncia contro l’ospedale.

Trovati cadaveri in casa a Brindisi

Cronaca

I cadaveri di un uomo e una donna sono stati trovati in un’abitazione a Brindisi: potrebbe trattarsi di un omicidio-suicidio.

Scontro auto bus Tivoli

Cronaca

Thomas Adami e Matteo Calabria hanno perso la vita in uno scontro tra un’auto e un bus a Tivoli: si indaga sulle cause del sinistro.

Una maestra è stata uccisa a Valenza. Il marito ritrova il cadavere, indossava solo gli slip e una maglietta.

Maestra uccisa valenza

Una donna di 41 anni è stata ritrovata morta venerdì 24 gennaio nella sua abitazione a Valenza, nell’Alessandrino, dal marito. Gli inquirenti hanno fermato ed interrogato un uomo che sotto la pressione delle forze dell’ordine ha confessato il terribile crimine. Il Killer era un uomo che Ambra Pregnolato, la donna rimasta uccisa, e la sua famiglia conoscevano. Secondo gli inquirenti le motivazioni che hanno spinto l’uomo a compiere il delitto sarebbero di natura passionale. Il corpo della donna è stato ritrovato dal marito, che rientrando in casa, dopo il lavoro, ha notato il corpo della moglie. La donna indossava solo degli slip ed una maglietta ed aveva diverse ferite alla testa, che subito hanno fatto pensare a un omicidio.

Ambra Pregnolato lascia anche una figlia di 12 anni. Prima di risalire all’indiziato, gli investigatori avevano interrogato anche i condomini, gli amici ed i Parenti della vittima.

Maestra uccisa a Valenza: chi era

Ambra Pregnolato era molto attiva anche a livello politico, una storica sostenitrice del Movimento 5 Stelle di Valenza. “Era una maestra d’asilo, una madre, una persona da sempre impegnata a migliorare la vita della sua comunità. Era un’amica con cui abbiamo condiviso tante battaglie per i valori in cui crediamo. Perdere un’amica è sempre doloroso, ma le circostanze della sua scomparsa lasciano sgomenti” è stato il commento su un post del Movimento 5 Stelle.

La morte della donna ha suscitato, sempre sui social, una grande incredulità e commozione: Povera donna… chissà chi l’ha uccisa».

«Non ce la faccio, non ho parole. Già troppe parole e chiacchiere. Ricordiamoci che è figlia, madre, sorella, Amica… Per questo un po’ di rispetto», sono alcuni dei post che sono stati pubblicati.