Italy

Mascherine all'aperto addio: la possibile data per la fine dell'obbligo

La svolta

Draghi non ha fissato una data, ma è probabile che la data del 15 luglio venga anticipata ai primi dello stesso mese. Intanto arriva il pressing della politica perché si vada verso una maggiore libertà negli spazi aperti

Via la mascherina all'aperto, verso lo stop all'obbligo - foto Ansa

“E’ auspicabile per tutti togliere la mascherina, di cui ci libereremo molto presto, ma la questione dello stop alla all'obbligo non verrà presa in esame oggi”. Lo ha detto Giorgio Palù, presidente dell’Aifa e membro del Cts, confermando dunque come in Italia si stia andando verso un allentamento delle normative anti Covid, quanto meno per quelle che ancora oggi obbligano i cittadini a tenere la mascherina anche all’aperto. Non sarà una decisione attesa nelle prossime ore, ma potrebbe arrivare prima del previsto. 

Sicuramente il pressing da parte della politica c’è perché proprio ieri il leader della Lega Matteo Salvini è stato ricevuto dal Premier Mario Draghi in un colloquio nel quale, tra le varie, ha chiesto proprio che si tornasse ad una condizione di normalità almeno negli spazi all’aperto. D’accordo con il leghista anche Italia Viva, lo stesso M5S vedrebbe di buon occhio un’accelerazione, più prudente il Pd e soprattutto il ministro Speranza che, preoccupato dalla variante Delta, vorrebbe mantenere l’obbligo fino a fine luglio. "Credo che nel giro di qualche settimana la mascherina all'esterno non sarà più obbligatoria” ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, che ha aggiunto: ”Mi auguro che lo sarà per sempre”.

Davanti a queste richieste, Draghi non ha fissato una data, ma è probabile che la data del 15 luglio venga anticipata ai primi del prossimo mese, come ipotizzato anche dal viceministro della Salute Pierpaolo Sileri: “Dai primi di luglio sarebbe opportuno far cadere l’obbligo”. I dubbi arrivano dagli esperti. Massimo Galli, l’infettivologo del Sacco di Milano, che fa un appello a fragili e non vaccinati: “Almeno voi, usatele anche all’aperto”.

Mascherine all'aperto, l'Italia verso l'abolizione dell'obbligo 

Intanto negli altri paesi si è già avanti. In Francia da ieri non é più obbligatorio indossare la mascherina all'aperto. Lo ha annunciato in una conferenza stampa il premier Jean Castex, precisando che l'obbligo resterà nei luoghi chiusi e all'esterno solo in caso di assembramenti, in fila e negli stadi. Castex ha anche annunciato la revoca del coprifuoco notturno dal 20 giugno, dunque con dieci giorni di anticipo rispetto al previsto. Anche la Spagna va nella stessa direzione: pur senza indicare una data precisa il premier Pedro Sánchez ha fatto sapere oggi che "presto abbandoneremo anche le mascherine per strada".

Parole simili sono arrivate dal ministro della Sanità tedesco, Jens Spahn, che ha aperto pochi giorni fa alla possibilità di un progressivo allentamento delle restrizioni anti-Covid. Parlando con i media del 'Funke Mediengruppe', Spahn ha osservato che,"in presenza di tassi di incidenza in calo, dovremmo procedere per tappe" con l'obiettivo di togliere le mascherine "gradualmente anche all'interno" al progredire delle vaccinazioni. In Germania l'uso delle mascherine all'aperto è raccomandato solo in alcune Länder in determinate circostanze.

E fuori dall'Europa? In Israele l'obbligo all'aperto era caduto già da un pezzo e dall'altro ieri non è necessario indossare i dispositivi di protezione neanche nei luoghi chiusi (con alcune eccezioni). Negli Stati Uniti già da metà maggio e linee guida dei Cdc (centers for disease control and prevention) non prevedono l'uso della mascherina per chi è completamente vaccinato, sia all'aperto e al chiuso e salvo diverse prescrizioni di legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Football news:

Atlético e suarez possono estendere il contratto nel 2022
Joan Laporta: il Barcellona vorrebbe vedere una maggiore flessibilità da parte della Liga, come in altri paesi
Semin sulle finali della Coppa di Russia in diverse città: abbiamo costruito stadi all'avanguardia per la Coppa del mondo
Savin ha promesso che Krasava restituirà i soldi per i biglietti per i tifosi in caso di sconfitte nel mese di agosto
Chelsea ha fatto Inter due proposte per Lukaku
Ronaldo è pronto a tornare al Real Madrid. Madrid vuole firmare solo Mbappe (As)
Dopo 10 giorni, la Russia è il quinto nella classifica medaglia di Tokyo-2020. Ancora un po ' - e raggiungeremo il Regno Unito