Italy

Matrimoni e Covid, Vaia: "Sì, ma con pochi invitati"

12 maggio 2021 | 13.15

LETTURA: 1 minuti

Il direttore dello Spallanzani: "Invece di farli con 1000 persone, serve buon senso"

alternate text
Foto Adnkronos

Matrimoni in tempo di Covid? Sì, a patto che la festa sia con pochi invitati, i congiunti. A dirlo è Francesco Vaia, direttore dell'Inmi Spallanzani di Roma, ospite de 'L'aria che tira' su La7, rispondendo sulla possibilità di permettere il ritorno alle feste nuziali. "Ci sono alcune decisioni che francamente non comprendo - sottolinea Vaia -. Si può fare tutto a condizione che si applichi il buon senso, invece di fare matrimoni con 1000 persone si posso celebrare in modo più ristretto e con solo i congiunti. Quello che deve prevalere nelle riaperture è il buon senso".

Tag

Vedi anche

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno