Italy

Matt Damon: “Ho smesso di usare la parola ‘f**cio’ grazie a mia figlia”

L’attore racconta in un’intervista di aver avuto un confronto con la figlia dopo l’utilizzo della parola con la f riferita agli omosessuali. La ragazza ha abbandonato la stanza dopo una barzelletta che suo padre ha raccontato, riferita a una film di molti anni fa, ed ha scritto “un trattato per spiegarmi quanto quella parola sia pericolosa”.

Se il linguaggio sta cambiando, i primi a capirlo sono i più piccoli. Deve saperlo bene Matt Damon, l'attore hollywoodiano che in un'intervista rilasciata al Sunday Times ha raccontato di aver imparato da sua figlia la lezione secondo cui parole che potevano ritenersi lecite e appartenenti al linguaggio comune qualche anno fa, non sono più pronunciabili oggi.

L'aneddoto di Matt Damon

Il riferimento dell'attore è alla "parola che inizia per f riferita agli omosessuali". Matt Damon ha infatti raccontato quello che gli è accaduto alcune settimane fa in casa sua, quando raccontando una barzelletta ha appunto pronunciato la parola "f***io", provocando un'immediata reazione della figlia che gli ha fatto subito capire si trattasse di un errore:

Ho fatto una semplice battuta un mese fa, ricevendo una lezione da mia figlia, che ha deciso di alzarsi da tavola. Le ho detto che si trattava di una cosa scherzosa, che avevo pronunciato quella battuta in un film. A quel punto lei è andata nella sua stanza e ha scritto un lungo trattato relativo a quanto quella parola sia pericolosa. Quindi le ho detto che avrei ritirato per sempre quella parola, avevo capito.

Insomma, dalla conservativa posizione del "non conta l'offesa ma l'intenzione" professata con forza qui in Italia da Pio e Amedeo, Damon ha cambiato punto di vista. Non ha specificato a quale delle tre figlie facesse riferimento, visto che l'attore ne ha avute tre con la moglie argentina Luciana Barroso: Isabella, Gia Zavala e Stella Zavala. Fatto sta che si tratta di una dichiarazione interessante se associata alla nuova sensibilità per certe parole, ritenuto per troppo tempo tollerate perché di uso comune e per questo bonificate del loro valore negativo.

Come cambia il linguaggio

Quella di cui parla Damon è una di queste parole ed è altrettanto interessante l'esempio del confronto con la figlia, che appartiene a una diversa generazione e capisce le urgenze di questo momento storico, che sono anche e soprattutto di tipo lessicale, visto che il linguaggio è espressione del modo di pensare, anzi modella il pensiero stesso. Immaginare che parole come quella riferita agli omosessuali, un tempo accettate soprattutto in un contesto scherzoso, possano uscire definitivamente dall'utilizzo comune, è una prospettiva concreta. E se ad ammettere gli errori sono per primi i genitori, vuol dire che forse qualcosa nel nostro parlato sta davvero accadendo.

Football news:

Hai sentito Hey Jude alle partite di Brentford? 50 anni fa, l'annunciatore includeva una canzone per la fidanzata-i fan si trasformarono in un inno
Inzaghi su 2:2 con Atalanta: C'è un sapore amaro. L'Inter ha guadagnato la vittoria
Klopp su 3:3 con Brentford: partita pazza. Hanno dato il Liverpool battaglia e hanno guadagnato un punto, rispetto
Sulscher si lamenta che il Manchester United ha meno probabilità di guadagnare un rigore. Non dà la colpa a Klopp ![](images/4/1/1632596896514_r.Jpg)
Liverpool in testa in APL, davanti a City, Chelsea, Manchester United e Everton di 1 punto. A Brighton gioco in magazzino
Simeone su 0:1 con Alavez: Atlético non è stato abbastanza veloce. L'avversario si è guadagnato la vittoria
Gibilterra gioca già nella lega delle conferenze e i club RPL No. Com'e ' successo?