This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

"Mettetevi la mascherina". Ma i ragazzi picchiano l'assessore

Ha rimproverato due ragazzi che stavano viaggiando sul treno senza indossare la mascherina e per questa ragione l’assessore all’Ambiente e pubblica istruzione di Arenzano (Genova) Giovanna Damonte è stata aggredita.

La denuncia arriva dalla stessa Damonte, che ha raccontato di essere stata vittima di violenza questa mattina mentre si trovava a bordo di un convoglio che in quel momento stava transitando nella tratta ferroviaria Sampierdarena – Genova Principe. L'assessore avrebbe chiesto ad un ragazzo ed una ragazza che si trovavano a bordo del treno di indossare il dispositivo di protezione individuale espressamente richiesto per transitare sui mezzi di trasporto. La Damonte avrebbe anche offerto una mascherina che aveva con sé.

Da qui, tuttavia, sarebbe sorta una accesa discussione, finita poi, stando al racconto della donna, in vera e propria violenza fisica. La ragazza, una 18enne, si sarebbe infatti scagliata contro l'assessore, prendendola prima a schiaffi e poi addirittura a calci. A soccorrere la Damonte sarebbero stati prima i passeggeri, che hanno tentato di calmare la 18enne, e poi il personale di Trenitalia, accorso per ristabilire la calma a bordo del convoglio.

Nessuna traccia dei due ragazzi, riusciti ad allontarsi prima di essere identificati. Raggiunta la stazione di Genova, Giovanna Damonte è stata subito accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale locale, dove ha ricevuto le cure del caso. Per lei, comunque, nessuna grave conseguenza.

“Sono sconcertata da questa violenza e moralmente distrutta", ha dichiarato ancora scossa Giovanna Damonte ai microfoni di Genova24. "Non credo che con questa persona si possa parlare, non voglio le sue scuse, ci penserà la giustizia. E se fosse minorenne, spero che l’affideranno ai servizi sociali per farle conoscere che cosa è la vita vera”, ha concluso.

Ovviamente è arrivato un messaggio di solidarietà nei confronti dell'assessore da parte del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "Calci e schiaffi, su un treno, solo per aver chiesto a una ragazzina di indossare la mascherina, come prevede la legge. Un episodio di violenza inaccettabile e da condannare fermamente", si legge nella nota ufficiale pubblicata dalla Regione. E ancora: "Solidarietà a Giovanna Damonte, assessore all’Ambiente e Pubblica Istruzione di Arenzano, vittima di questa brutta aggressione. Quando capiremo che il nemico da combattere è il Covid sarà sempre troppo tardi".

Messaggi di vicinanza sono arrivati anche da parte di esponenti di Partito Democratico ed Articolo Uno.