Roma, 12 mag. (LaPresse) – “Il Governo italiano è impegnato: a promuovere le opportune iniziative bilaterali; a condurre un’azione da parte dell’Unione europea affinché le autorità libiche contrastino i traffici di armi e di esseri umani nel rispetto dei diritti umani; e a esercitare una pressione intraeuropea affinché si torni ad una redistribuzione credibile ed efficace dei migranti approdati in Italia”. Lo dice il premier, Mario Draghi, durante il question time alla Camera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata