Italy

Modena. «No al Green Pass» In 500 al nuovo corteo non autorizzato

Hanno sfilato al grido di libertà e offeso chi era contrario Imponente schieramento di forze dell’ordine per l’evento

MODENA. La metà della settimana scorsa secondo le forze dell’ordine e forse un po’ meno accaniti, complice anche il grande caldo. Sono tornati in centro per una manifestazione non autorizzata i “No Green pass”. Circa 500 ieri pomeriggio a formare una variegato gruppone con all’interno tante anime.

C’è chi protesta contro l’obbligo del certificato verde per entrare nei locali pubblici, ma la maggior parte appartiene a frange negazioniste contrarie alla cosiddetta “dittatura sanitaria” e in particolare ai vaccini per il Covid.

Lo si capisce chiaramente quando il serpentone sfila nei pressi della Ghirlandina dove un gruppo di adolescenti fa sentire la sua voce, schierandosi a favore del Green Pass. Risponde in malo modo una signora dal corteo con una serie di “Vaffa...”, seguita a ruota da un’altra che grida: “Ecco i nostri giovani, siamo rovinati”. E conclude la signora più attempata: “Siete zombie”. Caratteristica, invece, una coppia vestita a mo’ di frati che con una Bibbia in mano annuncia una sorta di divino avvento dei microchip subito dopo il Green pass.

Di carattere più civile i tanti cartelli e cartelloni che i manifestanti agitano per le vie del centro, come ad esempio un lenzuolo bianco sui cui si legge: «Pace! Siamo tutti uniti. Il Green Pass ci rende mendicanti dei nostri diritti».

Tanti sono anche i messaggi di dedica al dottor De Donno, recentemente scomparso a Mantova. Era il medico che si era battuto per la cura del Covid tramite l’infusione di plasma iperimmune (stando agli studi più recenti non ci sono evidenze dell’efficacia di tale terapia, ndr). E proprio a De Donno i manifestanti dedicano un momento di raccoglimento verso la fine della passeggiata.

Imponente lo schieramento di forze dell’ordine, con anche gli uomini della Digos della Questura di Modena a vigilare sull’evento. Non è da escludere che, come in occasione della settimana scorsa, la polizia possa procedere ad eventuali accertamenti poiché non c’è stata alcuna richiesta ufficiale di permessi. Tra le persone sedute ai tavolini del bar c’è chi si trova d’accordo con la lotta sul certificato verde, altre restano stupite e si domandano: «Come mai sfilano senza che nessuno dica qualcosa?».

Il corteo si è chiuso in piazza Grande sulle note dell’inno italiano e di “Bella Ciao”. —

Paola Ducci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Football news:

Donnarumma sarà il portiere del PSG nella partita contro Man City. Debutta in Champions League
Jorginho: Preoccupato per le conversazioni, che non sarei in Chelsea senza Sarri
Dybala e Morata hanno traumi muscolari. Non giocheranno con Chelsea e Torino
L'ex difensore del Manchester United Gary Neville ha criticato lo stile delle scuse dei giocatori sui social network dopo le dichiarazioni del centrocampista Mancunian brunu Fernandes per un rigore non realizzato nella partita del 6 ° turno DELL'APL
Il Presidente del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha parlato delle prestazioni dell'ala Jadon Sancho, venduta al Manchester United in estate
La UEFA ha rifiutato il caso contro i fondatori della Super League-Barça, Real Madrid e Juventus
Agnelli sulla Super League: i suoi valori garantiranno la stabilità dell'industria calcistica