Italy

Morata racconta l’intesa con Cristiano Ronaldo: “Solo lui può vedere e capire”

Inter – Juventus è oramai alle porte, il derby d'Italia che mai come quest'anno profuma di tricolore con i nerazzurri in vantaggio in classifica sui bianconeri. Antonio Conte affronterà il proprio passato guardandolo dall'alto verso il basso mentre Andrea Pirlo sarà chiamato all'impresa di fermare l'Inter e certificare finalmente di avere le carte in regola per poter allenare i campioni d'Italia non solo sfruttando la sua nomea.

Di certo, della partita sarà anche Alvaro Morata di rientro da un problema muscolare che ne ha fermato la crescita impressionante in questo inizio di stagione: 11 gol, 8 assist il tutto in sole 19 presenze con la maglia della Juventus. L'attaccante spagnolo è rientrato nei ranghi in occasione della sfida di Coppa Italia contro il Genoa, finita ai supplementari in cui ha giocato tutti i 120 minuti segnando anche un gol. Un rientro, dunque, decisivo che è stato un ottimo viatico in occasione della gara di domenica sera a San Siro.

Alvaro Morata è al centro dell'attacco di Pirlo e lo resterà a lungo perché, anche se nel calciomercato invernale l'idea è cercare un attaccante, lo spagnolo è diventato sin da subito il quid aggiunto capace di ottimizzare le azioni dei compagni e il gioco della squadra, con la massima intesa con Cr7 già suo partner ai tempi del Real: "In alcune occasioni in cui una persona normale non farebbe gol, lui segna e fa segnare. L'intesa c'è perché ci conosciamo d tempo, giocare insieme a lui è semplice. Quando siamo in campo ci intendiamo laddove altri non capirebbero, come a Parma quando gli go fornito un assist che solo lui poteva intuire".

Giocare insieme a Cristiano Ronaldo. Per Morata è una normalità: prima della Juventus, Morata lo ha potuto fare in due altre occasioni, entrambe a Madrid. La prima dal 2010 al 2014 (37 presenze e 10 gol),  la seconda tra il 2016 e il 2017 (26 gettoni e 15 reti): "Sa giocare da 9, 10, 11 è incredibile: sono sempre emozionato a pensare di far parte di una rosa in cui c'è lui, un giocatore di caratura superiore. Ai miei figli un giorno dirò di aver giocato insieme a Cristiano Ronaldo. Ancora oggi, è uno dei migliori al mondo e della storia del calcio".

Football news:

Cavani è tornato in allenamento e probabilmente giocherà con Crystal Palace
Fabio Capello: la Juve ha giocato a Rugby contro il porto. Solo Ronaldo e Chiesa sono in grado di fare la differenza in questa formazione
Neymar: ho postato come mi riprendo da un infortunio e non ho ricevuto messaggi con le parole: Wow, che professionista. Nessuno
Ole-Gunnar Sulscher: il lavoro dei giudici è molto difficile e senza ulteriore pressione. Dobbiamo prendere le loro decisioni
Joan Laporta: sono sicuro che Messi non rimarrà nel Barça se non vinco io le elezioni. Dà al club il 30% delle entrate
Trent ha idolatrato Gerrard fin dall'infanzia ed è entrato in una fiaba: ha ricevuto da Steven la cura e la benda del capitano. Una storia di relazioni meravigliose
Il recupero di Hazard dopo l'infortunio è ritardato. Probabilmente non giocherà con L'Atletico il 7 marzo