Italy

Morte Yara, parla Laura Bossetti che vuole cambiare vita

Leggi anche

walter ricciardi coronavirus letalità

Cronaca

I dati dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute suggeriscono che per il coronavirus la letalità si è ridotta ma è necessario tenere sotto il Sud.

Aurelio Visalli cognato

Cronaca

“Il sottufficiale della Guardia Costiera è morto per un violento trauma”, questo il risultato dell’autopsia effettuata sul corpo di Aurelio Visalli.

obbligo mascherina fuori scuola piemonte

Cronaca

Il governatore del Pimeonte Alberto Cirio vorrebbe disporre l’obbligo della mascherina anche fuori da scuola.

meteo prossimo weekend

Cronaca

Alta pressione e tempo soleggiato in Italia per le prossime 48 ore, ma a partire da venerdì nuove perturbazioni investiranno le regioni del Nord.

"Voglio lasciarmi il passato alle spalle". Torna a parlare la sorella dell'assassino di Yara Gambirasio: l'intervista al settimanale 'Oggi'.

caso yara bossetti

Omicidio Yara Gambirasio, parla la sorella dell’assassino: “Voglio lasciarmi il passato alle spalle”. Il colpevole, un ex-operaio ora in carcere, è stato condannato nel 2018 per la morte della tredicenne di Brembate di Sopra.

Le storia di Bossetti

“Voglio lasciarmi il passato alle spalle: cambio cognome”.

A parlare è Laura Bossetti, sorella gemella di Massimo Giuseppe Bossetti, conosciuto ai più per la morte della giovane Yara Gambirasio, uccisa il 26 novembre 2010. In un’intervista al settimanale ‘Oggi’, la Bossetti ripercorre la dolorosa vicenda che coinvolse lei e la sua famiglia, tragica non solo per la condanna dell’uomo – incarcerato nel 2018 -, ma quanto per la morte della tredicenne di Brembate di Sopra. Dal DNA del killer l’intera indagine prese infatti una strada totalmente inaspettata, dove a emergere furono delle nuove, quanto delicate, trame familiari: Bossetti si scoprì essere il figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni, un autista di autobus, e di Ester Arzuffi.

Mentre ufficialmente Bossetti era figlio della Arzuffi e di suo marito, biologicamente si scoprì esserlo di Guerinoni e della Arzuffi: il peso della notizia causò – ai tempi – dolori e tensioni a entrambe le famiglia, in particolar modo per il risalto mediatico che seguì alla fuga di notizie.

Le parole della sorella

“Gli ho chiesto scusa per aver detto in passato che papà e mamma sono morti di dispiacere per il dolore di avere un figlio in carcere. Ho sbagliato, comunque è la verità”, ha spiegato al settimanale Laura Bossetti, provata dal passato. “Ora Massimo ha sua moglie Marita e sta bene così. Io gli auguro tutto il bene possibile. È stata una tragedia e solo chi è dentro sa cosa si prova e cosa si passa.

Ho raggiunto la mia tranquillità ed è per questo che ho deciso di lasciarmi il passato alle spalle e cambiare cognome”. Dal carcere dove è recluso dal 2018, Bossetti starebbe scrivendo una biografia con la sua versione dei fatti. L’uomo, con il suo avvocato, avrebbe chiesto la revisione della sentenza di condanna. Ai tempi, il corpo della piccola Yara fu trovato tre mesi dopo la scomparsa in un campo in località Chignolo d’Isola.

La tredicenne fu rinvenuta col corpo segnato da diversi segni di arma da taglio, ma l’autopsia chiarì che morì per essere rimasta ferita e sola e lungamente esposta alle intemperie.

Football news:

Highlight del mese: l'attaccante Rangers ha segnato con 50 metri (il gol più lontano nella storia di Europa League). Gerrard dice di non aver visto nulla di più bello 😍
Mourinho circa 3:0 con carezze: difficile avversario, ma Tottenham ha giocato in modo che la vittoria sembrava facile
Stefano Pioli: il Milan non è una squadra normale. Normale gioca con poca dedizione, dopo il derby
I giocatori del Barça-la leadership sulla riduzione dei salari: non vogliamo tollerare la violazione dei nostri diritti del club
Il Milan non perde 21 partite in tutti i tornei. La prossima partita è con la Roma
Un anno fa, allo stadio avversario CSKA è atterrato foresta. L'autore ha prestato attenzione al taglio degli alberi
Conceição di giudicare il gioco con il Man City: Chiedo scusa ai portoghesi arbitri dopo quello che ho visto qui