Italy

Nasce la miscela per moka “San Marco” Così l'antico locale di Trieste entra nei market e nelle case

Il titolare del caffè storico Delithanassis: «Decisivo il lockdown in primavera, ho deciso di reagire con questa nuova idea» 

TRIESTE L’Antico Caffè San Marco entra nelle case dei triestini con una miscela per moka di Arabica e Robusta, da poche ore disponibile anche sugli scaffali dei supermercati di Coop Alleanza 3.0 e Zazzeron. Spunta un nuovo capitolo, dunque, nella storia dello storico caffè di via Battisti, capitolo al quale Alexandros Delithanassis stava lavorando già lo scorso anno e che ha subito un’accelerazione proprio nel periodo del primo lockdown. Un modo per varcare un nuovo mercato, tentare un investimento alternativo, complementare con quello legato alla gestione del locale, e anche meno esposto alle normative restrittive che nel tempo potrebbe riservare ancora l’emergenza sanitaria.

«In quel periodo buio, come i miei colleghi, avevo forzatamente più tempo, e invece di restare con le mani in mano ho deciso di reagire, di accendere una lampadina, impegnando le mie energie in questa nuova sfida», racconta Delithanassis.



L’imprenditore acquista i chicchi di caffè verde dalla Sandalj, e poi li fa tostare in un impianto a Pozzuolo del Friuli. Con Matteo Bartoli studia invece la grafica che contraddistingue le confezioni: etichette color oro, con il logo del San Marco, su una busta nera, con impresse stilizzate le foglie del caffè che contraddistinguono i fregi dorati a soffitto dello storico locale.

Anche la scelta della busta non è stata banale. Prodotta da un’azienda calabrese in un unico formato utile a contenere 250 grammi di caffè, ha un sistema apri-chiudi e una valvola monodirezionale in uscita, che consente di evitare l’ossidazione e mantenere inalterato l’aroma del prodotto: fa sì, in pratica, che l’aria in eccesso esca, mantenendo per l’appunto inalterate le qualità organolettiche del prodotto. Il caffè macinato all’interno non è pressato. La busta, infatti, non si presenta compatta, rigida, come le classiche confezioni a panetto di caffè macinato, bensì morbida, più grande. La novità targata San Marco, insomma, unisce il prodotto che ha più contraddistinto la storia socio-economica della città alla bellezza dei caffè storici. E può diventare un modo per raccontare Trieste, interessante anche per i turisti che la visitano e che il più delle volte non mancano di fare tappa ad ammirare la bellezza e l’atmosfera dei nostri caffè storici.

Dopo essersi impegnato nella produzione e aver messo a punto la confezione, Delithanassis negli ultimi mesi si è concentrato sulla distribuzione. Le trattative si sono da poco concluse, consentendo alla miscela San Marco di fare il suo debutto nelle grande distribuzione – è ovviamente già in vendita anche all’Antico Caffè San Marco – e di trovare posto tra gli scaffali, come detto, dei nove punti vendita Coop e del supermercato Zazzeron di Cattinara. Una nuova sfida dunque, nel periodo più difficile per i pubblici esercizi, per il titolare dello storico caffè di via Battisti, che con quest’operazione punta pure a rafforzare il marchio San Marco.—

Football news:

Lampard ha lavorato grandemente nel primo anno. Ma il suo licenziamento è logico: il chelsea ha regredito dopo l'acquisto estivo e Frank ha perso il controllo
Juventus, Inter e Tottenham hanno parlato con Dee Maria. Il centrocampista del PSG Angel Di Maria è Interessato ai club di altri paesi
Il contadino ha guidato Siena. Vladimir Gazzaev ha difficoltà burocratiche, ma è già stato presentato alla squadra
Thomas Tuchel: non poteva perdere l'occasione di lavorare per il Chelsea, nella lega più forte del mondo
Tuchel ha dedicato molto tempo alle tattiche e ha parlato con tutti i giocatori del Chelsea al primo allenamento
Ibrahimovic dopo lo scontro con Lukaku: Non c'è posto per il razzismo nel mondo di Zlatan
Il difensore del Milan Musacchio è stato sottoposto a un esame medico in Lazio