Italy

Noemi torna in palestra: continua a mantenersi in forma con l’allenamento

Noemi da quando ha scoperto il piacere di fare attività fisica e prendersi cura del suo corpo non ha più smesso. È tornata nuovamente in palestra, ad allenarsi col suo personal trainer, colui che la affianca dall’inizio del suo percorso, che l’ha portata a perdere peso e non solo. Oltre al dimagrimento fisico ha alleggerito anche l’anima, ritrovando se stessaa.

"Ho sentito l’urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo": con queste parole Noemi raccontava a Fanpage.it la sua trasformazione corporea, andata però di pari passo con un cambiamento spirituale. La cantante non ha solo perso peso, ma ha anche acquistato nuove consapevolezze, ha portato avanti un percorso interiore di alleggerimento, liberandosi di tanti fardelli che le appesantivano l'anima. Tutto questo è stato possibile grazie alla dieta, ma anche allo sport che è diventato una vera e propria passione. Si è fatta seguire da un personal trainer che ancora la affianca quando torna in palestra ad allenarsi.

Noemi in perfetta forma

La cantante ha perso circa 15 chili da quando ha cominciato il suo percorso, fatto di dieta e attività fisica. Dal punto di vista alimentare si è affidata alla nutrizionista Monica Germani mentre per l'aspetto sportivo si è affidata al personal trainer Carlo Di Stefano, che le ha proposto il metodo Tabata. Si tratta di un'invenzione del giapponese Izumi Tabata risalente agli anni '90. Chiamato anche Guerrilla Cardio, è un workout particolarmente intenso che velocizza la combustione del grasso corporeo e migliora la resistenza. I risultati, nel caso di Noemi, sono stati raggiunti senza fretta, concentrandosi molto anche sull'aspetto mentale e spirituale, per arrivare a un cambiamento reale e profondo, non solo d'immagine. Oggi infatti è una donna rinata e lo deve unicamente alla sua tenacia e alla sua costanza. Non è mai mancato l'affetto dei fan, il supporto del suo compagno e l'aiuto professionale, di cui si avvale ancora oggi.

Noemi torna in palestra ad allenarsi

Carlo Di Stefano ha accompagnato Noemi nel suo percorso sin dall'inizio; era con lei anche nel periodo precedente al Festival di Sanremo, quello della massima visibilità. Sul palco dell'Ariston la cantante ha avuto modo di mostrarsi in tutta la sua bellezza, orgogliosa di sé e così a proprio agio proprio perché finalmente forte di un aspetto fisico in cui si riconosceva pienamente. Prima non ci si rispecchiava più: da qui è partito tutto. A distanza di mesi Noemi non ha abbandonato l'attività sportiva. Si è appassionata realmente all'ambiente della palestra, ama cimentarsi con gli esercizi e completare i workout: è diventato parte integrante della sua vita, dunque qualcosa che fa con piacere e che non vive come un obbligo. Certo, gli impegni sono tanti, ma appena può si ritaglia del tempo per sé, da dedicare al benessere del suo corpo. Proprio di recente è tornata ad allenarsi col suo personal trainer, in sala. Nei brevi video condivisi su Facebook la vediamo sorridente mentre svolge un esercizio che richiede forza e resistenza. La voce dell'allenatore la accompagna e scandisce la sequenza, che lei porta a termine fino in fondo. In piedi con le braccia alzate e le mani strette intorno all'attrezzo, solleva le gambe al petto. A stupire è l'energia della 39enne, capace di trasmettere sempre tanta voglia di vivere e tanta positività.

Football news:

Ex arbitro Pieri sulla partita Juventus-Roma: se Orsato avesse tenuto il fischio in mano invece che in bocca, avrebbe avuto più tempo
Josep Bartomeu: il Barcellona ha preso in considerazione la possibilità di firmare Mbappe, ma gli allenatori hanno preferito Dembele
Ferdinand su Manchester United: Sulscher deve essere più impegnativo per i giocatori. Questa è la sua composizione, Ole valuteranno di vittorie
Ancelotti sulle ferite di Hazard: Eden è più sconvolto. È stanco di questi problemi
Mourinho ha mostrato di nuovo tre dita durante la partita contro la Juve. Forse, ha lasciato intendere ai fan su treble con l'Inter
Virgil van Dijk: è difficile tornare dopo un infortunio al ginocchio. L'unica cosa che posso fare è fare del mio meglio per aiutare la squadra
Modric circa la Coppa del mondo una volta in 2 anni: inutile. L'evento è speciale perché è in attesa di 4 anni. I giocatori non chiedono nulla