Italy

Nuova Zelanda, allarme tsunami e migliaia di persone in fuga dopo una fortissima scossa in mare

Migliaia di persone stanno fuggendo dalla costa della Nuova Zelanda cercando riparo sulle colline per paura di un possibile Tsunami scatenato dalla fortissima scossa di terremoto che ha colpito l'Oceano, nella mattina locale, a una decina di chilometri di profondità.  Le testimonianze sono drammatiche: "Si vede chiaramente che il mare si sta ritraendo", raccontano persone sul posto: è un sintomo tipico e molto preoccupante del possibile arrivo di un'onda devastante. Tra i testimoni diretti del mare che si ritrae c'è il numero due del partito nazionale, Shane Reti, che si trova al sicuro su un'altura a Whangarei.

Nelle ultime ore la faglia oceanica davanti alla costa della Nuova Zelanda è stata raggiunta da tre forti scosse di magnitudo progressivamente crescente. Il sindaco di Auckland, Phill Goff, ha twittato che "non occorre neppure che lo dica ma ascoltate l'Auckland emergency management e seguite le istruzioni per la vostra zona: state lontani dall'acqua (mare, fiumi, coste e barche), lontani dalle spiagge e non mettetevi a guardare".

Secondo lo United States Geological Survey la prima scossa, di magnitudo 7.4, ha colpito la fascia oceanica davanti alle Isole Kermadec, un secondo di magnitudo 7.1 ha squassato il mare davanti alla costa Est della Nuova Zelanda, e infine la scossa di questa sera italia calcolata di magnitudo 8.1 e nuovamente nella zona prospicente le isole Kermadec.

La Protezione civile ha diramato già dalla prima scossa l'allerta Tsunami, ma dopo quest'ultima scossa sono stati lanciati allarmi multipli consigliando la popolazione costiera di mettere in atto tutte le procedure per evitare una possibile onda travolgente. Anche se è certo che onde e correnti di intensità anomala raggiungeranno la Nuova Zelanda, purtroppo non è possibile prevedere l'entità dell'onda e la forza della corrente che colpirà la costa. Ma le scosse sono state nitidamente percepite nel Paese, e sulle strade dirette alle alture si sono create lunghe code di persone in fuga.

Il pericolo Tsunami è allargato a tutte le isole del Pacifico: alle isole Samoa, per esempio,  sono state evacuate le scuole. L'Agenzia per le emergenze ha lanciato un appello ai residenti delle aree costiere di dirigersi verso l'alto. Ma un avviso di attenzione per lo tsunami riguarda anche le Hawaii, a decine di migliaia di chilometri di distanza. E l'allerta tsunami è stato diramato anche alle isolo Fiji, in Cile e Bolivia.

Chi abita nelle zone costiere della Nuova Zelanda deve "spostarsi immediatamente verso l'altura più vicina, fuori da tutte le zone di evacuazione tsunami, o il più lontano possibile nell'entroterra. Non restate a casa". "Il terremoto potrebbe non essere stato sentito in alcune di queste aree, ma l'evacuazione dovrebbe essere immediata, poiché è possibile uno tsunami dannoso", si legge nel comunicato dell'Agenzia.

Football news:

Ancelotti Pro 2-2 con Tottenham: una delle migliori partite casalinghe di Everton. Se facciamo meno errori in area di rigore, possiamo vincere la partita. Questa è stata una delle migliori partite casalinghe. Abbiamo creato momenti per vincere
Mourinho delle parole di Pogba su di lui: non mi Interessa quello che dice. Non è Interessante
Mourinho sul rigore di Everton: Non commento. L'allenatore del Tottenham José Mourinho ha parlato del calcio di rigore assegnato a favore Dell'Everton APL
Kane è uscito al 7 ° posto nella lista dei migliori marcatori della APL. Ha 164 gol
Yaya Toure Guardiola ha inviato una lettera di scuse: per Molto tempo in attesa di una risposta
Marcelino sulla Coppa di Spagna: il Barça non può vincere senza soffrire. Sono abituati a vincere le finali
Kuman sul futuro: è strano che si debba rispondere a domande come questa. Abbiamo avuto una serie di 19 partite senza sconfitte