Italy

Ora i vertici del Pd chiedono a Zingaretti di cambiare idea

Politica

È stata lanciata anche una petizione su change.org. Dario Franceschini: “In un momento così grave e difficile per il Paese il Pd ha bisogno che Nicola, che ha sempre ascoltato tutti, rimanga alla guida del partito. Il dibattito interno è fisiologico e non deve essere esasperato. Ritroviamo insieme la strada”.

Ora che ha annunciato le dimissioni sul suo profilo Facebook, tutti i vertici del Partito democratico gli chiedono di cambiare idea. Di inchiodare e cambiare strada. Questa decisioni presa dal segretario dei dem è arrivata come un fulmine a ciel sereno e ha lasciato tutti un po’ perplessi. C’è chi dice che addirittura i suoi fedelissimi lo abbiano appreso dai social, e che con loro non ne aveva fatto parola. Quindi così, di punto in bianco, l’esplosione. C’è da dire una cosa: che non si è dimesso, diciamo che ha piuttosto annunciato le sue dimissioni, promettendo di scrivere in serata al presidente del partito Valentina Cuppi, comunicando ufficialmente la sua decisione. Ma ancora non l’ha fatto. E chissà se c’entrano qualcosa le richieste dei big del partito di rimanere lì dove è.

Bologna - Chiusura della campagna Elettorale del PD - partito de
Foto IPP/Andrea Brintazzoli
Bologna 23/01/2020
Chiusura della campagna Elettorale del PD – partito democratico – per le elezioni regionali Emilia Romagna
Nella Foto: Nicola Zingaretti Segretario del Partito Democratico
Italy Photo Press – World Copyright

Dimissioni Zingaretti, ora il partito gli chiede di cambiare idea

Hanno aspettato qualche ora, ma poi sono arrivati anche i loro commenti. I commenti di quelli che ormai sono i pilastri del Partito democratico, che hanno subìto passivamente – a detta loro – la decisione di Nicola Zingaretti di salutare, comunicata così su. Facebook:

Io ho fatto la mia parte, spero che ora il Pd torni a parlare dei problemi del Paese e a impegnarsi per risolverli. A tutte e tutti, militanti, iscritti ed elettori un immenso abbraccio e grazie. Ciao a tutte e tutti, a presto. Nicola

E dai suoi fedelissimi il messaggio è chiaro: cambia idea, ripensaci, non solo non è il momento, ma soprattutto c’è bisogno di te. Lo hanno scritto Andrea Orlando, Dario Franceschini, Graziano Delrio. Lo hanno detto anche Piero Fassino, Lorenzo Guerini, Gianni Cuperlo, Enzo Amendola. C’è chi (come Laura Boldrini) ha addirittura chiesto che se anche Nicola Zingaretti non dovesse ritirare le sue dimissioni, l’Assemblea le respinga. Va bene. Ma come mai escono fuori tutti ora? Dalle parole pubblicate oggi dal segretario del pd sembra che le motivazioni della sua decisione risiedano proprio in questi personaggi. Attenzione: non per forza loro, ma insomma tutti quelli che nel partito (citiamo) “da 20 giorni non fanno altro che chiedere le poltrone”. Chissà.

Zingaretti
Foto IPP/Andrea Brintazzoli
Bologna 23/01/2020
Chiusura della campagna Elettorale del PD – partito democratico – per le elezioni regionali Emilia Romagna
Nella Foto: Nicola Zingaretti Segretario del Partito Democratico
Italy Photo Press – World Copyright

I messaggi dei fedelissimi per Zingaretti

E mentre è stata aperta una raccolta firme su change.org per far cambiare idea a Zingaretti (con giù 500 firme raccolte), molti dei messaggi dei big del partito sono stati pubblicati sui social.

Football news:

Gary Neville: L'Arsenal entrerà nella Super League? Ha appena pareggiato con Fulham
Togliere gli occhiali da tutti i Big Six. L'ex difensore del Manchester United Gary Neville ha condiviso la sua opinione sulla Super League Europea
Immobile ha segnato 150 ° gol in Serie A
Gasperini Pro 1:0 con la Juve: Atalante è riuscito a trovare un equilibrio in un gioco impegnativo. Abbiamo avuto più possibilità
L'attaccante della Nazionale della RDT ha discusso con il ministro della Germania e ha vinto una scatola di whisky. Ma questo gli ha rovinato la carriera
APL sulla Super League Europa: i fan possono ora sognare che il loro club salirà in cima e giocherà con i migliori. La Super League distruggerà questo sogno
La Juventus, per la prima volta dal 2001, ha perso L'Atalante in Serie A