Italy

Organizza un flash mob con cartelli e le chiede di sposarlo nel linguaggio dei segni: la proposta di Salvatore alla sua Carla è da film

Il pubblico ha in mano dei cartelli con le parole, che vengono alzati mano a mano, con le strofe in evidenza. E davanti a tutti lui si inginocchia e chiede all’amata di sposarlo. Un gesto romantico, a sorpresa, inclusivo, immortalato da foto e video

TRIESTE. Carla Piselli, qualche giorno fa, partecipa con il compagno Salvatore Polizzi al consueto, per loro, “aperitivo silenzioso”, un appuntamento musicale dedicato alla diffusione della lingua dei segni, in cui a partecipare sono udenti e sordi insieme. Ma Carla non sa che l’evento, stavolta, avrà un sapore decisamente speciale.

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni



Con l’aiuto di tutto il gruppo di amici-partecipanti Salvatore ha infatti in serbo una sorpresa: la “loro” canzone d’amore viene inserita a sorpresa tra quelle cantate e scritte al tempo stesso nell’ambito delle attività previste dall’“aperitivo silenzioso”. Il pubblico ha in mano dei cartelli con le parole, che vengono alzati mano a mano, con le strofe in evidenza. E davanti a tutti lui si inginocchia e chiede all’amata di sposarlo. Un gesto romantico, a sorpresa, inclusivo, immortalato in una serie di foto emblematiche che fanno ben presto il giro degli amici e che attirano anche l’attenzione proprio su quell’“aperitivo silenzioso”, promosso a Trieste dal 2015, grazie al quale un numero crescente di persone sta imparando a utilizzare la Lis, la lingua dei segni, in modo originale e divertente. Un evento ideato e organizzato da due amiche, Barbara Cova e Francesca Lisjak, quest’ultima sorda dalla nascita.


Per Carla è stata «un’emozione fortissima», ammette la futura sposa: «Non me l’aspettavo. Conosco Barbara e Francesca da tanti anni e sono contenta che loro siano state in prima fila in questo momento così importante. All’inizio non avevo capito quello che stava accadendo, poi è stata una sensazione bellissima, molte persone piangevano, un ricordo stupendo. Pur essendo udenti, io e il mio compagno partecipiamo da tanto all’“aperitivo silenzioso”, penso sia qualcosa di importante e coinvolgente per tutti».

«Quando Salvatore, emozionatissimo, mi ha chiesto di organizzare la proposta di matrimonio per la sua Carla, ho provato un’enorme gioia – spiega Barbara – e mi sono immediatamente messa in moto. È stato magnifico, perché ha reso l’atmosfera ancora più magica, e ancora oggi, al solo pensarci, ci si gonfia il cuore di felicità. La fidanzata e nostra amica era completamente all’oscuro di quanto stava accadendo. Di conseguenza, quando l’abbiamo chiamata sul palco a cantare con noi un brano che non avevamo ancora mai interpretato, non sospettava che si trattasse della “loro” canzone. Mai avrebbe immaginato che, a fine esibizione, il pubblico, composto sia da udenti che da sordi, avrebbe gridato a gran voce “Carla, mi vuoi sposare?”. Ed era a dir poco sorpresa quando è comparso Salvatore, con l’anello fra le mani: a quel punto, tra il pubblico, è esploso l’entusiasmo, in un fragoroso applauso degli spettatori, testimoni del sì».

L’appuntamento musicale si ripete una volta al mese da sei anni: «L’atmosfera che si respira è sempre di allegria, divertimento, condivisione, integrazione, è una fortuna per noi poter vedere la commozione delle persone che partecipano la prima volta e che si lasciano trascinare da una splendida lingua, la Lis appunto, che trasmette, attraverso le immagini regalate dal movimento delle mani, dei segni, che in realtà corrispondono a parole ed emozioni. Ed è meraviglioso quando ti accorgi che tanti amici dell’“aperitivo silenzioso”, che non perdono nemmeno un evento hanno imparato a “segnare” e a comunicare con i sordi, e questo, per noi, è il regalo più bello».

Nel corso degli anni, Barbara e Francesca, con la loro idea innovativa, sono state chiamate a prendere parte anche a rassegne musicali, eventi sportivi, manifestazioni benefiche e trasmissioni televisive. «L’aperitivo – aggiunge Francesca – è un occasione di unione, un momento spensierato, ed è bello stare insieme e trasmettere un messaggio a tutti sulla sordità, su un altro modo di parlare, che consente a persone udenti e sorde di interagire in un clima di perfetta inclusione».

Football news:

Jorginho: Preoccupato per le conversazioni, che non sarei in Chelsea senza Sarri
Dybala e Morata hanno traumi muscolari. Non giocheranno con Chelsea e Torino
L'ex difensore del Manchester United Gary Neville ha criticato lo stile delle scuse dei giocatori sui social network dopo le dichiarazioni del centrocampista Mancunian brunu Fernandes per un rigore non realizzato nella partita del 6 ° turno DELL'APL
Il Presidente del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha parlato delle prestazioni dell'ala Jadon Sancho, venduta al Manchester United in estate
La UEFA ha rifiutato il caso contro i fondatori della Super League-Barça, Real Madrid e Juventus
Agnelli sulla Super League: i suoi valori garantiranno la stabilità dell'industria calcistica
Moriba non ha ancora giocato per Lipsia dopo il trasferimento da Barca. L'allenatore Marsh non conta su di lui