Il Settebello apre il triennio che porterà alle Olimpiadi di Parigi 2024 con un prestigioso test-match contro la Croazia, in programma alla piscina “Felice Cascione” di Imperia martedì 2 novembre alle 19:30 con diretta su Rai Sport + HD.

I campioni del mondo – settimi ai recenti Giochi Olimpici di Tokyo – si raduneranno nella Riviera di Ponente dal 31 ottobre con due gruppi di atleti: la nazionale assoluta e una selezione di aggregati, che saranno coinvolti lungo il percorso di una stagione molto intensa per gli impegni di club e internazionali che culmineranno coi mondiali di Fukuoka a maggio e con gli europei di Spalato a settembre.

Il “Città di Imperia Frecciarossa” è un evento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale e dal sindaco Claudio Scajola per celebrare anche con attività collaterali lo sport in una location suggestiva da sempre vicina alla pallanuoto ed in particolare al Settebello.

“Ho convocato sia la squadra assoluta che una “papabile” formata da giovani che si sono ben distinti in campionato e nelle competizioni internazionali e che cercheremo di preparare per questo triennio, ma soprattutto per il quadriennio successivo – commenta il commissario tecnico Alessandro Campagna – Sono giocatori che lavoreranno in orari differenti, ma staranno insieme a tutti gli altri in albergo, e formeranno la squadra che affronterà i Giochi del Mediterraneo la prossima estate. Organizzeremo ben sette collegiali durante l’inverno per curare anche la crescita individuale dei più giovani affinché possano aspirare all’eccellenza della calottina azzurra e non è detto che qualcuno possa passare dall’altra parte. Riguardo alla Nazionale maggiore, ho compiuto delle prime scelte, ma tutti hanno la possibilità di rientrare. Nessuno è fuori dal progetto, compresi quelli che non ho convocato. Gli esclusi avranno la vetrina di campionato e champions per dimostrarmi che hanno voglia di rientrare. Si guarda anche al domani; in particolar modo al gioco mostrato alle Olimpiadi che ha evidenziato determinate caratteristiche. Cerchiamo nuove soluzioni e nuovi talenti. Si riparte con la consapevolezza che c’è grande equililibrio tra le nazionali più forti del mondo e saranno i dettagli a fare la differenza. Come non ci dovevamo sentire fenomeni nel 2019 non ci dobbiamo sentire gli ultimi della classe adesso. Nel percorso c’è stata un po’ di sfortuna e c’è qualcosa da migliorare, ma si riparte con l’idea che il Settebello deve e può stare tra le grandi del mondo”. Primo test probante contro la Croazia, quinta a Tokyo e bronzo mondiale a Gwangju 2019 dietro a Italia e Spagna.