This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Paura a Parigi, la Gare du Nord evacuata per allarme bomba

Allarme bomba alla Gare du Nord, stazione di Parigi. Le autorità locali hanno anche interrotto il traffico dei treni.

PARIGI (FRANCIA) – Allarme bomba alla Gare du Nord, stazione di Parigi. Come riportato dall’Ansa, la struttura è stata evacuata per effettuare tutti i controlli del caso. Interrotto anche il traffico dei treni in attesa di verifiche e perquisizioni.

Secondo quanto riferito da Rai News, a far scattare l’allerta sarebbe stata la presenza di una valigia sospetta e sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. La situazione, al momento, sembra essere ancora sotto controllo e nelle prossime ore sia il traffico ferroviario che la presenza dei passeggeri in questa struttura.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Allarme bomba alla Gare du Nord, il tweet della polizia

Ad annunciare l’evacuazione della stazione francese Gare du Nord è stata la stessa polizia con un tweet citato sempre da Rai News. “Le forse di sicurezza – si legge – hanno chiesto l’evacuazione della struttura per la possibile presenza di una bomba. Il traffico da e per la stazione è stato fermato. Ci saranno maggiori informazioni non la appena la situazione si evolverà”.

L’allarme bomba, dalle prime informazioni, sarebbe scattato per la presenza di una valigia incustodita nei pressi del binario 44. Le autorità locali hanno immediatamente iniziato tutte le verifiche del caso, ma fino a questo momento non sono stati segnalate particolari situazione critiche.

Traffico interrotto

Il traffico è stato interrotto in modo precauzionale. Una decisione per consentire alle autorità locali di intervenire e fare tutte le verifiche del caso. Intorno alle 18 i treni dovrebbero ricominciare a viaggiare e nelle prossime ore la situazione ritornerà alla normalità in tutta la zona.

In Francia resta comunque molto alta l’attenzione contro il terrorismo. Un tema che continua ad essere molto delicato e sarà al centro del G20 in programma a Roma nei prossimi giorni.