This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Perché Luiz Felipe è stato espulso, l’abbraccio provocatorio a Correa: “Sono amici, ha sbagliato”

Patric spiega cosa è successo tra Luiz Felipe e Correa e perché l’arbitro, Irrati, ha interpretato quell’episodio una grave scorrettezza da punire con l’espulsione del difensore della Lazio. “Siamo amici, andiamo in vacanza insieme. E mi spiace molto per quanto accaduto. Per me hanno sbagliato tutti e due e vi dico perché”.

Nel finale incandescente di Lazio-Inter è successo di tutto. La rissa scoppiata dopo il gol del raddoppio di Felipe Anderson, lecito da regolamento ma discutibile dal punto di vista della sportività. Il parapiglia che ha scandito anche gli attimi immediatamente successivi al triplice fischio dell'arbitro, Irrati. L'episodio che ha portato all'espulsione di Luiz Felipe per quella che il direttore di gara ha interpretato come una provocazione, una cosa da non fare, un gesto scorretto nei confronti di Correa alla luce di quanto accaduto. Il cartellino rosso sventolato sotto il naso del giocatore biancoceleste arriva sui titoli di coda e si accompagna al pianto disperato del difensore brasiliano, incredulo e profondamente dispiaciuto.

Perché Irrati ha estratto il cartellino rosso? Le immagini mostrate nel dopo gara da DAZN chiariscono perché il direttore di gara ha preso quella decisione. Il match è concluso, Luiz Felipe si avvicina a Correa. Arriva alle spalle e gli salta addosso. Sorride, quella reazione non è aggressiva verso l'avversario ma è un modo per stemperare la tensione con un amico. Sì, un amico con il quale trascorre le vacanze. Un rivale solo per la maglia ma non gli avrebbe mai fatto del male né pensato di mancargli di rispetto.

Per il direttore di gara, però, le cose stanno diversamente anche perché quell'abbraccio viene prese malissimo dallo stesso Correa. La reazione non permette altra interpretazione: si volta, si scuote e scaccia via il calciatore della Lazio, rivolgendogli un'occhiataccia.

Correa, Luiz Felipe ed io siamo molto amici, andiamo anche in vacanza insieme – spiega Patric, che nell'occasione era proprio accanto a entrambi -. Per me hanno sbagliato tutti e due. Tucu (il soprannome di Correa, ndr) doveva accettare la sconfitta ma capisco la sua reazione. Mi sento anche in colpa perché ho consigliato io a Luiz di andare da lui e forse non doveva farlo in quel momento. Tra pochi giorni risolveranno il loro problema e si chiariranno, ma Luiz Felipe rimarrà fuori per questo episodio.