La picchia in strada facendole uscire del sangue dal naso, ma lei riesce a rifugiarsi dalla polizia. La donna era in strada Altessano a Torino seguita dal marito, 60 anni, che l'aveva appena aggredita pestandola e riempiendola di insulti, così quando ha visto la pattuglia della volante si è avvicinata, spaventata, per chiedere aiuto. Un ennesimo caso a due giorni dalla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne che si terrà mercoledì in tutto il mondo.

Già in passato la donna ha denunciato l'uomo due volte per maltrattamenti ma dopo l'arresto era stato rilasciato con il divieto di avvicinamento. A giugno il questore lo aveva ammonito e invitato a cessare i comportamenti violenti nei confronti della compagna. Ma non è cambiato, continuando con i maltrattamenti: in un caso ha colpito la moglie al viso con un bicchiere di vetro.

Nei giorni scorsi l'ennesimo episodio di violenza. Come ha raccontato la donna agli investigatori, lui l'aveva riempita di insulti e poi era uscito. Lei, provando ad avere un confronto, era uscita in strada ma lui ha reagito prendendola a pugni. La donna è caduta per terra, il marito ha continuato a strattonarla e picchiarla. Anche davanti ai poliziotti ha continuato a inveire. È stato arrestato per maltrattamenti e denunciato per lesioni personali.