Italy

Pmi Sicilia: "Una moratoria sugli assegni delle aziende"

"Bloccare i titoli in mano ai fornitori o sarà un ecatombe".


, Economia, Messina
MESSINA - “Subito una moratoria sugli assegni già emessi e in mano ai fornitori, sennò vedremo scomparire migliaia di imprese siciliane”. L’appello rivolo alla deputazione siciliana e al governatore Nello Musumeci, lo lancia Lino Santoro Amante, delegato provinciale dell’associazione datoriale PMI Sicilia.“Ben vengano tutte le iniziative di sostegno alle imprese come l’attivazione della Cassa integrazione straordinaria, ma se non si porta avanti un ragionamento tendente a bloccare gli assegni nelle mani dei fornitori rischiamo l’ecatombe della imprese messinesi, soprattutto quelle commerciali. Ho raccolto il grido di dolore di numerosi colleghi messinesi, i quali non sanno come onorare i titoli perché i negozi sono chiusi. Il rischio dei protesti è dietro l’angolo e per questo motivo mi rivolgo alla politica siciliana affinché si faccia portavoce a livello nazionale. A mio avviso è opportuna una moratoria sugli assegni, ma non c’è tempo da perdere perché rischiano di chiudere migliaia di aziende. Mi rivolgo soprattutto al governatore Musumeci che nei giorni scorsi ha avuto la sensibilità di affrontare questo problema, ma serve un’azione più incisiva per indurre il governo nazionale ad occuparsi del problema che riguarda migliaia di aziende. Se non si interviene crolla il sistema economico delle piccole e medie imprese”, conclude Lino Santoro Amante.