Italy

Ponte di Chiaia restaurato nel 2017: crepe, infiltrazioni e degrado nel torrino ascensore

Il torrino dell'ascensore del Ponte di Chiaia devastato dalle infiltrazioni, pieno di crepe e graffiti, sporco e abbandonato al degrado. La struttura del ponte era stata restaurata nel 2017, nell'ambito del progetto Monumentando con un costo di 265mila euro, dopo il crollo di alcuni calcinacci dalla volta dell'arco a causa delle infiltrazioni e del maltempo nel 2015. All'interno del ponte, sul lato sinistro, provenendo da piazza Trieste e Trento, è presente il torrino con l'ascensore pubblico gestito da Anm, che conduce da via Chiaia a via Nicotera e a piazza Santa Maria degli Angeli, dove a breve sarà inaugurata la stazione della metropolitana Linea 6 di Monte di Dio. L'altro ingresso del metrò, invece, sarà aperto in via Chiaia, proprio affianco al torrino. Quest'ultimo, però, purtroppo, è preda di infiltrazioni d'acqua che hanno provocato vistose crepe negli intonaci. Il torrino dell'ascensore è anche stato vandalizzato dai graffiti, mentre le scale sono sporche. A denunciare la situazione di estremo degrado nella quale versa il torrino di Chiaia sono i consiglieri comunali Roberta Giova e Diego Venanzoni, del gruppo La Città.

Dossier sull'ascensore di Chiaia in Comune

Il 16 luglio 2015, infatti, un pezzo di cornicione si staccò dal Ponte di Chiaia franando al suolo. Il Comune inserì i lavori di restauro nell'ambito del progetto Monumentando che prevedeva 11 mesi di intervento sul ponte (3 di progettazione e 8 di lavori). L'avvio ufficiale dell'affidamento partì il 3 novembre con la firma del verbale per la progettazione esecutiva, anche questa poi da sottoporre alla Soprintendenza, che diede l'ok tra febbraio e marzo 2016. Il restyling iniziò a luglio 2016. La struttura è stata poi restituita alla città, libera da imbracature e completamente restaurata, il 25 luglio 2017. Diverso il caso del torrino che ospita l'ascensore, quest'ultimo è gestito invece dall'Anm, l'azienda dei trasporti del Comune di Napoli.

L’ascensore di via Chiaia
in foto: L’ascensore di via Chiaia

Adesso, i consiglieri comunale Roberta Giova e Diego Venanzoni (La città) hanno presentato un dossier fotografico sullo stato di degrado in cui versa il torrino di Chiaia, in particolare il vano scala-ascensori del Ponte di Chiaia. "Nel 2017 – scrivono i consiglieri – si sono conclusi i lavori di restauro, messa in sicurezza e riqualificazione per un totale di euro 265 mila del ponte di Chiaia nell’ambito del progetto “Monumentando Napoli”. Il torrino laterale del ponte ospita il vano scala-ascensori che collega via Chiaia alla zona di Monte di Dio che versa in uno stato di abbandono e degrado, registrandosi continue cadute di intonaco e numerose crepe lungo le pareti e sotto le volte, con evidenti infiltrazioni ed umidità presenti su tutte le pareti perimetrali ed il pavimento".

"Nonostante il valore storico-artistico del ponte di Chiaia – prosegue il dossier – ed il ruolo nevralgico di collegamento nel centro storico UNESCO, si rileva l’incuria di questa Amministrazione nella manutenzione ordinaria e nella valorizzazione del patrimonio cittadino". Per questi motivi, i due consiglieri hanno chiesto agli uffici tecnici comunali di sapere "se nell’ambito del progetto “Monumentando Napoli” era prevista anche la ristrutturazione degli interni del torrino laterale del ponte di Chiaia; gli interventi di manutenzione ordinaria, ed eventualmente straordinaria, effettuati negli ultimi 3 anni nel vano scala-ascensori e gli interventi in programma di manutenzione straordinaria del predetto vano del ponte di Chiaia".

Football news:

Font ha escluso L'acquisto di Holand about Mbappé in estate: dire il contrario - mentire ai tifosi del Barça
Sporting ha esteso il contratto con l'allenatore Amorim fino al 2024. Il club è in testa in Portogallo con un vantaggio di 12 punti
Moreno ha segnato gli ultimi 5 gol del Villarreal nella Liga. Il miglior risultato del club dopo Bakambu nel 2017
Schalke non vince 10 partite e va per ultimo in Bundesliga. Hanno 10 punti in 24 partite
Monchi si è scusato con Koeman per averlo chiamato piagnucolone. Prima di Messi, anche lui si è scusato
Il giocatore della terza divisione del Guatemala è stato squalificato per 5 anni per aver colpito l'arbitro in faccia
Benzema può giocare con Atletico. È tornato nel gruppo Generale del Real Madrid