This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Pregliasco sul tampone gratis: “Non è giusto, deve spingere alla vaccinazione”

Pregliasco sul tampone gratis: “Non è giusto, deve spingere alla vaccinazione. È corretto che sia così per dare una spinta ulteriore ai cittadini”

Fabrizio Pregliasco

Il virologo di Milano Fabrizio Pregliasco sul tampone gratis è perentorio: “Non è giusto, il tampone deve spingere alla vaccinazione”. Il virologo milanese spiega chiaramente che il governo fa bene “a tenere la barra dritta” e che l’effetto incentivazione di cui aveva parlato qualche giorno fa lo si ottiene solo tenendo il tampone Covid normato com’è. 

Pregliasco sul tampone: “Giusto farlo ma non certo gratis”

Ha spiegato Pregliasco ad AdnKronos sulla necessità di incentivare le vaccinazioni: “È giusto che il tampone Covid ai fini dell’ottenimento del Green pass non sia gratuito. È corretto che sia così per dare una spinta ulteriore alla vaccinazione che è la vera via per uscire dall’emergenza”. 

“Elemento di utilità”, ma non gratis: il parere di Fabrizio Pregliasco sul tampone 

Poi il docente di Igiene all’università Statale ha detto ancora che si tratta di un “elemento di macroscopica evidenza di efficacia, utilità e sostanziale sicurezza.

La scelta è politica, ma come cittadino dico che, rispetto al risultato atteso in termini di sanità pubblica, il governo fa bene a tenere la barra dritta”. 

Green Pass, disorientamento, comunicazione sbagliata e tampone gratis: sul tema arriva il parere di Pregliasco

In tema di Green Pass al lavoro poi direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano ha detto: “Di sicuro è stata sopravvalutata la dimensione di un dissenso che non dico sia giusto, ma è comprensibile perché – a parte un piccolissimo numero di persone ideologicamente disadattate, o comunque che sollecitano disastri e li mettono in atto – riguarda persone che sono rimaste disorientate dall’approccio vaccinale, o meglio da una comunicazione che ha reso questo approccio sempre più difficile da far capire”.