This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Presenza di micotossine, farina di mais ritirata dai negozi: l’avviso del Ministero della salute

Un lotto di Farina di mais è stato richiamato dal mercato per un possibile rischio chimico per i consumatori a causa di non conformità nei valori delle micotossine.

Un lotto di Farina di mais è stato richiamato dal mercato per un possibile rischio chimico per i consumatori. Il Ministero della salute infatti ha lanciato in queste ore un nuovo avviso di ritiro dal mercato di prodotti alimentari attraverso il proprio portale dedicato agli avvisi di sicurezza e ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori. Questa volta l'allerta riguarda un singolo lotto di Farina di mais venduto a marchio “Molino Sapignoli” in buste da un chilogrammo ciascuna. Si tratta della Farina di mais Fioretto prodotta dalla ditta Molino Sapignoli di Sapihgnoli G. & C. Snc, nel proprio stabilimento di Calisese di Cesena, in provincia di Forlì-Cesena.

Come spiega l’avviso di richiamo pubblicato ieri sul sito del ministero della salute ma datato 24 novembre 2021, il richiamo è stato disposto in via precauzionale dallo stesso produttore in seguito alla rilevazione di una non conformità nei valori delle micotossine, risultati oltre i valori consentiti dalla legge. Il lotto del prodotto indicato e interessato dal richiamo è solo uno: il numero 210249 con scadenza o il termine minimo di conservazione fissato al 1 ottobre 2022. Le confezioni di Farina di mais interessate dall’avviso e invendute sono state già ritirate dagli scaffali dei negozi e supermercati ma per chi avesse già acquistato il prodotto, a scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare la Farina con il numero di lotto e il termine minimo di conservazione segnalati e di riconsegnarla al punto vendita.

Come spiega l'Autorità europea per la sicurezza alimentare, le micotossine sono composti tossici prodotti naturalmente da vari tipi di funghi. Le micotossine entrano nella catena alimentare per effetto di un'infezione delle colture avvenuta prima o dopo il raccolto e si trovano di solito in alimenti come cereali, frutta secca, noci e spezie. La presenza di micotossine negli alimenti e nei mangimi può produrre effetti nocivi sulla salute umana e animale che vanno dai semplici disturbi gastrointestinali sino a problemi renali, immunodeficienza e cancro.