Italy

Quanti gol ha fatto Cristiano Ronaldo in Champions League?

Quando parli di Cristiano Ronaldo non puoi non pensare di rimando alla Champions League. CR7 è uno specialista della materia, una leggenda della competizione con cinque trofei vinti con due club diversi, un three-peat (tre vittorie di fila a cavallo fra il 2015 ed il 2018) raccolto e ancora tanta voglia di imporsi e dominare. E, magari, portare a Torino a suon di gol quella coppa dalle grandi orecchie che ormai manca in città da quasi 25 anni. Un’eternità per i bianconeri che si affidano proprio al loro uomo migliore per spezzare l’incantesimo e riprendersi il proscenio continentale. Ma quanti gol ha fatto Ronaldo in questa straordinaria manifestazione?

129 gol totali, Messi staccato…Raul distante

In 168 gare, che resta il primato di presenze in Champions, ovvero dall’agosto del 2002 ad oggi, Ronaldo è stato capace di mettere insieme ben 128 reti totali. Per una media di 0.76 gol per partita, una media di 2.10 punti conquistati per match e 107 vittorie complessive raggiunte. Qualcosa di incredibile per tutti col solo Messi, con 140 gare disputate, in scia a quota 114 marcature a referto. Poi, più nulla, il vuoto con l’ex madrileno Raul molto distante a 71 firme in carriera nella coppa dalle grandi orecchie. Un contesto in cui l'eterno #7 si esalta e che ha permesso al lusitano di mettere insieme diversi record realizzativi: il numero più alto di triplette, 8, il maggior numero di gol in una sola stagione di Champions, 17, nell’annata 2013/14 e, in sette occasioni, la palma di miglior realizzatore del torneo nel 2007/08, 2012/13, 2013/14, 2014/15, 2015/16, 2016/17 e 2017/18.

Un vasto giacimento di gol realizzati che però non sembrano aver placato la fame del cannibale di Funchal che in questo ultimo periodo sta innestando le marce alte per farsi trovare pronto nel momento decisivo della stagione.

23 gol negli ottavi di finale, 65 negli scontri a eliminazione diretta

Un momento in cui raramente CR7 tradisce con una sorta di escalation nei mesi determinanti, quelli in cui si gioca per l’argenteria. E anche in questo aspetto Ronaldo è un top scorer, un avido bomber in grado di far male sotto porta all’avversario. Negli ottavi di finale, turno all’attenzione di tutti in questi giorni, 23 gol in 30 gare mentre sono addirittura 65 le reti totali in 75 incontri in gare a eliminazione diretta. Per un conto straordinario e nemmeno sfiorato da Messi, secondo nella speciale graduatoria, a quota 41 realizzazioni. Insomma, in Champions CR7 c’è e non ha intenzione di fermarsi.

il confronto fra Ronaldo in Champions e il campione lusitano in Serie A (whoscored.com)
in foto: il confronto fra Ronaldo in Champions e il campione lusitano in Serie A (whoscored.com)

Almeno semifinale quando CR7 va in doppia cifra

Al momento sono appena 2 gol fatti nel corso del girone e questo score potrebbe esser giudicato sia positivamente che in senso contrario in casa Juve. Bicchiere mezzo pieno se si considera il primato raggiunto senza un Ronaldo al massimo, bicchiere mezzo vuoto se si valutano le cifre e la storia del campione portoghese. Quando il numero #7 va in doppia cifra, difatti, la sua squadra raggiunge almeno le semifinali di Champions.

E quindi, per la Vecchia Signora, serve una esplosione personale importante. Non a caso in queste sette occasioni (2011/12, 2012/13, 2013/14, 2014/15, 2015/16, 2016/17 e 2017/18) CR7 ha raccolto quattro successi e tre semifinali con, in totale, ben 92 realizzazioni a referto. Numeri importanti, straordinari e che i tifosi bianconeri si augurano di vedere presto per un duplice obiettivo: rimpinguare il bottino di Ronaldo e riabbracciare quella tanto agognata Champions League, vero cruccio bianconero.