Italy

Quattro anni fa la scomparsa di Giulio Regeni. Fico, ‘2020 sia anno di verità’

Il 25 gennaio 2016 si perdevano le tracce di Giulio Regeni. Il corpo senza vita del ricercatore italiano, visibilmente torturato, venne ritrovato il 3 febbraio.

Sono passati quattro anni da quando si sono perse le tracce di Giulio Regeni, poi ritrovato morto.

La vita di Giulio Regeni

Nato a Trieste il 15 gennaio 1988, Giulio si trasferisce ancora minorenne negli Stati Uniti per studiare all’Armand Hammer United World College of the American West. Ha vinto due volte il premio “Europa e giovani” al concorso internazionale organizzato dall’Istituto regionale studi europei, per le sue ricerche ed approfondimenti sul Medio Oriente.
Al momento della scomparsa, Giulio Regeni stava conseguendo un dottorato di ricerca presso il Girton College dell’Università di Cambridge e si trovava in Egitto per svolgere una ricerca sui sindacati indipendenti egiziani presso l’Università Americana del Cairo. 

Striscione Regeni Sassuolo
Striscione Regeni Sassuolo
fonte foto https://twitter.com/sassuolo2000

La scomparsa e la morte

Il 25 gennaio 2016 il ricercatore italiano inviò alle 19:41 un sms alla fidanzata in Ucraina, dicendo che stava uscendo. Poco dopo, la studentessa Noura Wahby, amica di Regeni conosciuta nel 2014 a Cambridge, denunciò sul proprio profilo Facebook la scomparsa del ricercatore il quale, qualche ora prima, doveva incontrare delle persone in piazza Tahrir per festeggiare il compleanno di un amico.
Il corpo nudo e atrocemente mutilato di Giulio Regeni fu trovato il 3 febbraio 2016 in un fosso lungo la strada del deserto Cairo-Alessandria, alla periferia del Cairo. Il ministro Federica Guidi, che in quel momento si trovava in Egitto in missione diplomatica con un gruppo di imprenditori, ha immediatamente interrotto la visita ed è rientrata in Italia.

Tensioni Italia-Egitto

L’uccisione di Giulio Regeni ha dato vita in tutto il mondo, e soprattutto in Italia, a un acceso dibattito politico sul coinvolgimento nella vicenda e dei depistaggi successivi, attraverso uno dei suoi servizi di sicurezza, dello stesso governo egiziano. Tali sospetti hanno costituito motivo di forti tensioni diplomatiche con l’Egitto.

Quattro anni dalla scomparsa e la morte di Giulio Regeni

In occasione del quarto anniversario della scomparsa e della morte del giovane ricercatore, in diverse città italiane sono state organizzate delle fiaccolate. Il presidente della Camera Roberto Fico, presente a Fiumicello, si è augurato che il 2020 possa essere l’anno della verità.

ultimo aggiornamento: 25-01-2020

Fabio Acri