Italy

Referendum Cannabis, promotori: raggiunta quota 500.000 firme

Roma, 18 set. (askanews) – A una settimana esatta dal lancio, la raccolta firme per il Referendum Cannabis raggiunge quota 500.000, la cifra minima che permetterà al quesito di andare al voto nella primavera del 2022. Lo rendono noto i promotori, che parlano di “un risultato straordinario ma non sorprendente: da tempo occorreva un intervento sul tema della cannabis e con la firma digitale in pochi giorni il tema è esploso”.

Questo referendum è infatti la prima raccolta firme italiana tenutasi interamente online sul sito referendumcannabis.it.

I promotori però invitano a continuare a firmare: “Adesso però occorre raccogliere un ulteriore 15% in più di firme per essere certi di poter consegnare il referendum in Cassazione il 30 settembre”.

Il Referendum Cannabis è promosso dalle Associazioni Luca Coscioni, Meglio Legale, Forum Droghe, Società della Ragione, Antigone e dai partiti +Europa, Possibile e Radicali italiani.

© Riproduzione riservata

Leggi anche

Football news:

Shahin è stato il miglior giocatore del Borussia Klopp, ma ha ucciso la sua carriera andando al Real Madrid. In 33 già allenato in Turchia
I giocatori del Manchester United credono di essere ingiustamente criticati a causa delle tattiche. La spina dorsale è pronta per un cambio di allenatore
Il difensore Aston Villa Matty Cash sarà in grado di giocare per la Nazionale Polacca. Sua madre e 'mezza polacca, il difensore destro Dell'Aston Villa, Matty Cash, ha ottenuto la cittadinanza polacca e puo' difendere la squadra nazionale
Il PSG vede ad Adeyemi sostituire Mbappe. L'attaccante di 19 anni è anche Interessante per il Bayern, il Real Madrid e il Liverpool
Tuchel sulla Coppa di Lega: ogni torneo è importante, non diamo priorità. Chelsea gioca sempre per la vittoria
Miranchuk sembra un corpo estraneo. Sarebbe meglio lasciarlo andare in Russia. Il giornalista italiano sul centrocampista Atalanta
La priorità di Barcellona è la nomina di Klopp. Il suo contratto con il Liverpool - fino al 2024