La richiesta di condanna non è alta, un anno e dieci mesi. Politicamente però rischia di essere un macigno. Dopo un processo durato più di due anni, la procura di Reggio Calabria ha chiesto la condanna del sindaco della città, Giuseppe Falcomatà, per il cosiddetto "Caso Miramare", antico albergo, oggi parte del patrimonio edilizio del Comune, che anni fa l'Ente avrebbe tentato di assegnare ad un imprenditore "amico" con una delibera ad hoc e senza un avviso pubblico. 

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 6 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale