Quando i carabinieri lo hanno sorpreso all'interno di una cantina in uno stabile monzese stava "assaggiando" il suo bottino, bevendo alcuni vini pregiati su cui aveva messo le mani durante una incursione notturna. In manette, in flagranza di reato per furto, è finito un cittadino straniero di 25 anni, senza fissa dimora e con precedenti alle spalle. 

Il ladro "sommelier" si è introdotto all'interno di una cantina e ha rubato una dozzina di bottiglie di vino pregiato e proprio qui, su un giaciglio improvvisato, intento in una sorta di degustazione solitaria, lo hanno trovato i militari del Nucleo Radiomobile della compagnia di Monza. Ad allertare i carabinieri è stato un vicino di casa - proprietario tra l'altro della riserva di vini depredata - perchè aveva sentito provenire dei rumori sospetti dall'abitazione di una anziana assente da tempo, perchè ospite di una Rsa.

Mentre cercava preziosi e contanti da rubare tra le stanze del condominio di via Ardigò il malvivente infatti si era fatto sentire e gli strani rumori provenienti dall'abitazione vuota hanno insospettito l'uomo. Per il giovane così sono scattate le manette. L'arresto, insieme alla doppia denuncia in stazione di due ladri che avevano tentato di derubare un carabiniere libero dal servizio, rientra nell'ambito dei controlli predisposti dalla compagnia dell'Arma di Monza organizzati anche per vigilare sul rispetto del coprifuoco e sulle nuove normative anti-contagio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

In Evidenza