Italy

Sannino lascia la Spagna per entrare nella diplomazia dell’UE

In foto Stefano Sannino, ambasciatore d'Italia in Spagna

Lo scorso 15 febbraio il giornale spagnolo eldiario.es ha pubblicato una lunga intervista a Stefano Sannino, Ambasciatore d’Italia in Spagna. Sannino è stato
nominato in questi giorni vicesegretario generale degli esteri dell’Unione Europea e lascerà la carica di Ambasciatore nelle prossime settimane, dopo 4 anni dal suo insediamento a Madrid. Nella lunga intervista il giornalista Ignacio Escolar, fondatore de “eldiario.es”, tocca una serie di temi fra cui “l’italianizzazione” della politica spagnola, con governi più fragili e di breve durata, la situazione dell’Unione Europea all’indomani del Brexit e la situazione del riconoscimento dei diritti LGTB in Europa.Tra l’altro egli avrebbe detto: “ Non è solo la Spagna. I governi molto stabili che esistevano prima hanno cambiato pelle. La vita politica va molto più veloce, nascono e si sviluppano nuovi movimenti e ciò ha generato una maggiore instabilità. È generale in tutti i paesi. Ma è vero che la Spagna, in questi anni, ha dovuto affrontare un cambiamento abbastanza radicale. È come l’Italia? Non lo so Ma è molto più complesso. È vero che in Italia ci siamo abituati per molto più tempo ai cambiamenti molto rapidi dei governi, dove risiedono l’amministrazione e gli organi intermedi, e consentono al paese di continuare a lavorare. Questa, in effetti, è una caratteristica molto italiana. Per adesso le cose stanno andando bene e credo che la stabilità sia la prima cosa anche per continuare le buone relazioni internazionali”.