Italy

Scarlett Johansson si è sposata per la terza volta: ecco chi è suo marito Colin Jost

Il terzo marito di Scarlett si chiama Colin Jost, ha 38 anni ed è uno degli autori del celebre show tv, Saturday Night Live. Ed è proprio negli studi NBC dove si svolge il programma e dove Johansson è stata ospite che nel maggio 2019 nacque la loro storia d’amore

Scarlett Johansson si è sposata per la terza volta. A nemmeno 35 anni la Vedova Nera degli Avengers è già al terzo matrimonio dopo due divorzi e una figlia. L’attrice newyorchese, nata da papà danese e nonno svedese, aveva già sposato nel 2008 l’attore Ryan Reynolds (Deadpool) da cui aveva divorziato nel 2011; e ancora nel 2014 era convolata a nozze con il giornalista Romain Dauriac anche se dopo tre anni i due si erano separati.

Il terzo marito di Scarlett si chiama Colin Jost, ha 38 anni ed è uno degli autori del celebre show tv, Saturday Night Live. Ed è proprio negli studi NBC dove si svolge il programma e dove Johansson è stata ospite che nel maggio 2019 nacque la loro storia d’amore. Love story giunta poche ore fa al fatidico sì, con cerimonia privata, pochissimi invitati, tutto come norme antiCovid e naturale prudenza convengono. Anche se c’è già chi tra i maligni sostiene che il tempo di tolleranza del vincolo di matrimonio da parte di Scarlett mantenga la media dei tre/quattro anni.

Del matrimonio con Reynolds si ricorda sia l’accesa competitività professionale che ha distratto i due dal vivere comune, ma anche il flirt di lui con Blake Lively. Con Duriac, invece, pare sia stata lei a spingere, dopo gli iniziali entusiasmi, per il the end. “Non era l’uomo giusto per me”, aveva spiegato ai più fidati amici l’attrice. Poi aveva perfino azzardato: “l’idea del matrimonio è molto romantica, ma non credo sia molto naturale essere persone monogame”. Insomma, mano ai calendari. Attorno al 2023/24 l’interprete di Match Point e Lost in translation ripenserà anche le nozze con Jost? Nell’attesa godiamoci i rumors che la vogliono protagonista del remake di un gioiello di Roger Corman, La piccola bottega degli orrori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

X Factor 2020, polemica di fuoco per il pubblico in studio: “E allora cinema e teatri chiusi?”. Ma ecco com’è possibile

next

Articolo Successivo

E se Sanremo Giovani fosse la “versione migliore” dei talent? Ecco che ne pensiamo dei brani in gara

next

Football news:

L'ex presidente del Barça Laporta parteciperà alle nuove elezioni
Antonio Cabrini: Maradona sarebbe ancora vivo se giocasse per la Juventus. L'amore di Napoli è stato forte ma malsano
Ferguson sulla carità di Rashford: fantastico per un giovane. Questo è lui che dovrebbe darmi qualche consiglio
Giocatore di Preston, due volte потрогавшего avversario per i genitali, squalificato per 3 partite per il comportamento aggressivo
Direttore di Atalanta: Miranchuk va tutto bene, non ci sono sintomi di coronavirus
Covid deride il campionato di Lettonia: la squadra è uscito solo 8 persone (ma la partita non è ancora finito)
Gerard Piqué: speriamo tutti che messi rimanga nel Barça