Una giovane scienziata e inventrice di 15 anni, Gitanjali Rao, è stata nominata “giovane dell’anno” per il 2020 dal settimanale americano Time Magazine. Gitanjali è una cittadina americana di origine indiana, vive a Denver, in Colorado, e ha inventato una serie di nuove applicazioni tecnologiche come un dispositivo per individuare il tasso di inquinamento nell'acqua potabile e una app per verificare atti di cyberbullismo. La ragazza dice di essere pronta a fare da esempio per altri giovani per “risolvere i problemi del mondo”.

Gitanjali è stata scelta fra 5000 giovani ragazzi statunitensi: il suo nome è entrato tra i 5 finalisti selezionati da una giuria di giovani coordinata dal presentatore televisivo Trevor Noah. Gitanjali assieme agli altri 4 finalisti parteciperà a uno show televisivo venerdì prossimo.

In un’intervista con Angelina Jolie - attrice e ambasciatrice di cause umanitarie - Gitanjali ha sottolineato: “Io non sono il tipico scienziato: di solito quello che vedo in televisione è un maschio bianco e di una certa età. Evidentemente io sono diversa. Il mio obiettivo non è solo inventare qualcosa per risolvere problemi, ma anche essere da esempio per gli altri. Se io lo posso fare, tu lo puoi fare!”.

Time magazine "elegge" l’uomo dell’anno dal 1927. Poi il settimanale è passato a scegliere la “persona” dell’anno, includendo anche donne e infine quest’anno è passato al “ragazzo dell’anno”. L’anno scorso “persona dell’anno” fu designata Greta Thumberg, la giovane attivista svedese di 16 anni.