Italy

Sebastian Vettel sul futuro: “Tante possibilità, poche in Formula 1”. Ma c’è la Racing Point

Sportivamente un 2020 disastroso fin qui per Vettel, che è stato liquidato dalla Ferrari (che dal 2021 avrà Sainz al fianco di Leclerc) e che ha conquistato la miseria di 10 punti in 4 gare, un ritiro, due decimi posti e un'unica gara da ricordare quella dell'Hungaroring. Il suo futuro è nebuloso si parla di Red Bull e Racing Point, ma alla vigilia della seconda gara di Silverstone, il quattro volte campione del mondo dice di avere ancora chance di rimanere in Formula 1 nella prossima stagione, ma di certezze non ne ha.

Vettel parla del suo futuro

Con i giornalisti a Silverstone ha cercato di essere vago sia sulla Red Bull che sulla Racing Point, ma non si è messo fuori dal circus iridato Seb, che vuole trovare un sedile anche nel 2021. Sa bene che stando un anno fermo avrebbe, poi, grandi difficoltà a ripartire al top: “Ho tante possibilità, non così tante in F1 magari, perché si possono fare i conti e vedere quanti sedili sono già occupati. Ma la cosa più importante, come ho sempre detto, credo che sia che io sia contento di questa scelta. Il tempo dirà quale questa scelta sarà, e poi vedremo. Non sono troppo stressato a riguardo. La settimana scorsa ho incontrato Lawrence Stroll si è corretto. Stavamo andando alla stazione di servizio. Non ci vedo una notizia ma va bene”.

Red Bull o Racing Point

Sono rimasti già pochi sedili liberi. Uno è quello della Red Bull, scuderia che lo ha fatto diventare grande e che ha vinto tanto con Vettel. Helmut Marko non lo vuole, preferisce puntare su un giovane, mentre il patron Mateschitz invece sì. E poi c'è la Racing Point che dalla prossima stagione sarà Aston Martin, pronta a liquidare uno tra Perez e Stroll (nonostante sia figlio del patron) e puntare su Sebastian Vettel, desideroso di riscatto e di guidare una vettura con i motori Mercedes.

Football news:

L'interesse di Barcellona per Isacco è aumentato dopo la nomina di Kuman. Larsson alta opinione sul giocatore (Mundo Seportivo)
Manuel Pellegrini: quando si gioca contro il Real Madrid e VAR - è troppo
PSV e Porto sono Interessati al centrocampo di Barcellona Puig. Egli non vuole lasciare il club
Puyol su Barcellona: se vogliamo vincere il campionato, dobbiamo parlare molto bene
Schalke ha licenziato Wagner. La squadra da gennaio non ha vinto la Bundesliga
Yakini su 3:4 con Inter: anche il pareggio sarebbe un risultato ingiusto considerando quanti momenti ha creato la Fiorentina
Ramos Pro 3:2 con Betis: L'arbitro ha fatto del suo meglio e non ha fatto nulla di intenzionale