Italy

Sequestrata maxi-piantagione di marijuana in Puglia: nascosta in un vigneto. Un arresto

Il Comando provinciale di Foggia ha arrestato un uomo di 49 anni con l'accusa di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. Il 'coltivatore' è stato fermato dai carabinieri mentre azionava l'irrigatore delle piante

Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

Più di 2mila piante di marijuana ‘nana’, con altezze variabili tra 25 e 45 centimetri, divise in 21 filari da cui, secondo i carabinieri, si sarebbero potute ricavare quasi 120mila dosi, per un peso complessivo di 240 chili. Il tutto, nascosto in un vigneto abbandonato nella campagne di Trinitapoli, in Puglia, provincia di Barletta-Andria-Trani. Questo il ritrovamento del Comando provinciale di Foggia che ha arrestato un uomo, di 49 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

I militari si erano appostati vicino alla coltivazione quando hanno visto arrivare l’uomo, in bicicletta. Lo hanno arrestato mentre il 49enne era intento ad azionare l’irrigatore. In tutto sono state contate 2114 piante, che sono state successivamente estirpate. Su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, il ‘coltivatore’ è stato portato nel carcere del capoluogo dove è rimasto anche dopo la convalida dell’arresto, come disposto dal gip del Tribunale.

Nelle scorse settimane i carabinieri della Compagnia di Cerignola, nel corso dei servizi di perlustrazione e rastrellamento delle aree rurali disposti dal Comando Provinciale di Foggia, hanno individuato ed estirpato, a Cerignola, Canne della Battaglia e Trinitapoli, altre quattro piantagioni di marijuana, sequestrando complessivamente oltre 6600 piante di cannabis ed arrestando in flagranza altre cinque persone per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Morandi, due anni dopo. Il vigile del fuoco: “Mi crollò davanti. Ora vedo clima di compiacimento per il nuovo ponte, ma il dolore non si dimentica”

next

Football news:

Atlético è in trattative con L'Arsenal per affittare Torreira con opzione di riscatto
Kulusevski ha segnato il sesto tocco e il primo colpo per la Juve-è decisivo quando la vittoria di debutto allenatore Pirlo
Il Real Madrid è il primo nella Liga a mettere in campo 4 giocatori nati nel 2000
Messi ha detto addio a Vidal: ti ha sempre considerato un fenomeno. Le nostre strade si incroceranno di nuovo
Zidane su 0:0 con Sociedad: il Real Madrid ha perso due punti. Nel complesso abbiamo giocato bene
Il Real Madrid ha perso punti nella prima partita della Liga in 5 delle ultime 8 stagioni come campione
Andrea Pirlo: non voglio solo copiare le idee di qualcuno, ho le mie