Italy

Serie A: Lazio-Roma, probabili formazioni

Domenica alle 18 in campo il derby della Capitale Lazio-Roma.

La stagione è fatta di sliding doors, momenti che possono segnare l'umore, il rendimento e il lavoro di un allenatore o di una squadra. Lazio-Roma, per Maurizio Sarri e Josè Mourinho, è esattamente questo: un primo derby per entrambi - acerrimi rivali in Premier League - che sa già di prova del nove. Da una parte i biancocelesti e la fatica nel 'digerire' le nuove idee del tecnico toscano, dall'altra i giallorossi e l'euforia portata in città con l'arrivo dello Special One. E se per la Lazio l'avvio di stagione non è stato così esaltante come quello dei cugini, anche in casa Roma l'avvicinamento al derby non è tutto rose e fiori. A rovinare la luna di miele di Mourinho è stato l'arbitro Antonio Rapuano e il cartellino rosso estratto nei minuti finali della gara con l'Udinese nei confronti di Lorenzo Pellegrini. Un'espulsione definita "ridicola" dal portoghese, ma che priva comunque la squadra del suo capitano, nonché uomo migliore con 6 gol e 2 assist in otto partite. Il tempo per le recriminazioni, però, non c'è e per questo lo Special One studia già le soluzioni per sostituire il centrocampista azzurro. La più probabile è quella che porta Mkhitaryan al centro della trequarti con Zaniolo ed El Shaarawy ai suoi lati. Per il resto si va verso la conferma in blocco dell'undici visto giovedì con Vina che anche oggi ha lavorato a parte. A infiammare il pubblico poi saranno i due allenatori che si ritroveranno davanti dopo la discussione del 2018 in Premier League quando Mourinho allenava lo United e Sarri il Chelsea. Scintille nate dal 2-2 nei minuti finali dei Blues e dall'esultanza provocatoria di Marco Ianni (collaboratore del toscano) nei confronti di Josè. L'attuale allenatore della Lazio fu costretto a intervenire per sedare gli animi, anche se il tempo smussa e di recente lo stesso Sarri ha ammesso: "A me Mourinho sta simpatico". Il tecnico biancoceleste ha altre gatte da pelare, che non pensare alle vecchie ruggini. C'è un progetto "in fase di costruzione" e una squadra che si autodefinisce già "stanca".

Probabili formazioni
Lazio (4-3-3): 25 Reina; 29 Lazzari, 3 Luiz Felipe, 33 Acerbi, 23 Hysaj; 21 Milinkovic-Savic, 6 Leiva, 10 Luis Alberto; 7 Felipe Anderson, 17 Immobile, 9 Pedro. (1 Strakosha, 31 Adamonis, 4 Patric, 26 Radu, 77 Marusic, 88 Basic, 8 Akpa Akpro, 32 Cataldi, 5 Escalante, 27 Moro, 94 Muriqi, 18 Romero). All.: Sarri. Indisponibili: Zaccagni. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno.
Roma (4-2-3-1): 1 Rui Patricio; 2 Karsdorp, 23 Mancini, 3 Ibanez, 13 Calafiori; 17 Veretout, 4 Cristante; 22 Zaniolo, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 9 Abraham. (87 Fuzato, 63 Boer, 6 Smalling, 19 Reynolds, 24 Kumbulla, 42 Diawara, 14 Villar, 55 Darboe, 59 Zalewski, 21 Mayoral, 11 Carles Perez, 14 Shomurodov.) All.: Jose Mourinho.

Squalificati: Pellegrini Diffidati: nessuno Indisponibili: Spinazzola, Vina Arbitro: Guida di Torre Annunziata Quote Snai: 2,65; 3,40; 2,60. (ANSA).

Football news:

Al-Sadd Xavi 34 partite non perde in campionato Qatar - è il record del club. Il record di campionato è 41 partite
Nagelsmann su Hernandez: è di buon umore, non sembra preoccupato per la prigione
Tuchel sulla vittoria su Southampton: una partita intensa. Mi è piaciuto vigore il Chelsea
Pioli Pro 1:0 con Torino: Milan ha controllato il gioco. Questa è la nostra quarta partita negli ultimi 10 giorni, con un po' di spazio per la rotazione, e il Torino è un avversario molto forte
Arteta Pro 2-0 con Leeds: abbiamo creato molti momenti, giocato meglio e più forte
Giroux dopo il gol della Vittoria Torino: Milan ha giocato bene. Non tutto è perfetto, ma la cosa principale è la vittoria
Chelsea ha vinto la terza serie di calci di rigore di fila. In tutti i cancelli c'era Kepa