Italy

Sindaco e vescovo
affidano la città
al patrono San Zeno

Il vescovo monsignor Giuseppe Zenti e il sindaco di Verona Federico Sboarina a San Zeno per affidare la città al patrono.

"In queste ore drammatiche", dice il vescovo, "imploro l'intercessione sulla presente e complessa situazione pastorale, spirituale e umana. Da troppo tempo", dice, "a causa della pandemia, le chiese sono vuote di fedeli, cosa mai accaduta nella storia. E anche a Pasqua, il popolo di Dio, non potrà partecipare".

Parole alle quali fanno seguito quelle del sindaco: "In queste ore oscure causate dalla pandemia, invoco la tua protezione su di noi", dice. "Verona soffre i disagi di una calamità inedita e io come sindaco sento una grande responsabilità. Volgi l'attenzione su di noi amministratori  dacci la forza necessaria a governare con saggezza. Nel contempo sostieni i medici, gli operatori sanitari, la protezione civile, la polizia locale, le forze dell'ordine, le forze armate e tutti coloro che ogni giorno si mettono al servizio degli altri e aiutali a essere forti e a svolgere il loro lavoro con umanità e determinazione. Volgi la tua attenzione a tutta la nostra comunità".

Football news:

Bruno sulla finale Champions League 2008: Una delle migliori partite della carriera di Ronaldo. Quando ha segnato, non è saltato, ma volato
Perché Bartomeu è così cattivo? Cosa fare con Coutinho? Come nascondere i difetti di Messi? Rispondiamo alle domande principali su Barca
Arsene Wenger: ha avuto una certa soddisfazione per la sconfitta del Liverpool. E ' bello essere gli unici
Chiellini Pro 1:4 in finale Champions League dal Real Madrid: siamo stati esausti dopo il 1 ° inning. Nessuno ha lottato
Michael Zork: se il Borussia vuole lottare per il campionato, deve battere il Bayern Monaco
Joe Hart: non provo avversione per Guardiola. Questo è il suo genio: è fermo sulla decisione presa
Portiere Magonza Müller su 0:5 da Lipsia: dovrebbe gioire che il punteggio non è a due cifre