Italy

Siria, strage nelle scuole di Idlib bombardate da Assad e russi

Damasco, 25 feb. (askanews) – Almeno una bambina e altri 9 civili sono stati uccisi in un bombardamento a Idlib, in Siria. Sono infatti aumentati i raid dell’aviazione siriana e dei russi in questa area dove la Turchia sta sostenendo l’avanzata dei ribelli. Secondo Save the Children nei raid sono state colpite una decina di scuole: alcune di queste erano in funzione, altre in pausa per un giorno e altre che ancora venivano utilizzate come rifugi.

Save the Children e la ong Hurras Network stanno continuando a verificare le informazioni sugli attacchi, la maggior parte dei quali ha avuto luogo durante l’orario scolastico. Ma possono confermare che almeno 3 insegnanti sono stati uccisi, mentre decine di altri bambini e almeno 7 insegnanti sono rimasti feriti.

La bambina che ha perso la vita nell’attacco stata colpita fuori dalla sua scuola, mentre tentava di abbandonare l’edificio che è stato bombardato in modo diretto.

In un’altra scuola usata come riparo dalla popolazione sfollata, sono invece 4 le persone rimaste uccise dagli attacchi e 15 i feriti.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha respinto gli appelli di cessate il fuoco nella regione siriana di Idlib, affermando che equivarrebbe a “capitolare davanti ai terroristi e persino premiarli per le loro attività”.

Damasco, con il sostegno dell’aeronautica russa, ha lanciato la sua offensiva nel Nord-Ovest della Siria nello scorso mese di dicembre e circa 900.000 persone sono state sfollate a causa delle violenze nell’area, secondo le Nazioni Unite.

L’Onu ha avvertito che i combattimenti si stanno avvicinando “pericolosamente” ai loro campi, rischiando un “bagno di sangue”.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:


Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Il coronavirus rallenta in Cina ma corre nel resto del mondo

Video

Roma, 26 feb. (askanews) - Il contagio da nuovo coronavirus inizia a rallentare in Cina ma è diventato sempre più un problema mondiale. Il ritmo delle nuove infezioni nel Paese…

India, violenze tra musulmani e indù: almeno 20 morti a Delhi

Video

Napoli, 26 feb. (askanews) - Le violenze intercomunitarie di Nuova Delhi hanno portato già a 20 decessi. A scatenare gli scontri la controversa legge sulla cittadinanza, giudicata discriminatoria verso i…

Coronavirus, la Sicilia si prepara a fronteggiare l’emergenza

Video

Roma, 26 feb. (askanews) - Dopo i tre casi di coronavirus accertati a Palermo sui turisti provenienti da Bergamo, tutti della stessa comitiva, anche in Sicilia è scattato il piano…

Salone mobile rinviato, appello di Sala a governo e albergatori

Video

Milano, 26 feb. (askanews) - Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha rivolto un appello a governo e albergatori dopo la decisione da parte di FederlegnoArredo di rinviare a giugno…