Italy

Smartphone in carica cade nella vasca: morta una 15enne

È accaduto a Marsiglia, in Francia.

Una studentessa francese di 15 anni è morta dopo che il suo smartphone, messo in carica, è caduto in acqua mentre si trovava nella vasca. La tragedia è avvenuta domenica scorsa, 9 febbraio, a Marsiglia.

Tiffenn, questo il nome della giovane, è stata portata in ospedale ma i medici non sono riusciti a rianimarla, come riportato dal Mail Online.

Si ritiene che la ragazza sia morta per insufficienza cardio-respiratoria causata dall’elettrocuzione, ma è stata avviata un’indagine per accertare la causa esatta del decesso.

Non sono stati resi noti né la marca né il modello dello smartphone della 15enne. Purtroppo, non si tratta dell’unica tragedia simile avvenuto negli ultimi tempi.

Lo scorso settembre una 26enne è morta quando lo smartphone che stava caricando è scivolato in bagno. Evgenia Shulyatyev è deceduta pochi minuti dopo che il dispositivo è caduto in acqua. È stata trovata senza vita dalla madre Vera, nella sua casa di Kirovo – Chepetsk, in Russia.

LEGGI ANCHE: Smartphone cade nella vasca e donna muore folgorata.

Evgenia Shulyatyev

Sempre in Russia sono avvenuti altri drammi analoghi: la morte di una bambina di 10 anni ad agosto 2019 e della 26enne Liliya Novikova, fulminata nel suo bagno a Mosca.

Liliya, soprannominata la più bella giocatrice di poker, è stata trovata morta dopo che i suoi genitori hanno provato a mettersi in contatto con lei e, visto che non ci riuscivano, hanno mandato un vicino a controllarla.

Liliya Novikova

Lo scorso novembre una ragazza di 13 anni ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, ha subito gravi ustioni dopo una scossa elettrica conseguente alla caduta nella vasca del suo telefonino mentre era in carica.

L’adolescente olandese ha urlato di dolore e la madre è corsa in bagno, tirandola fuori dalla vasca. Rianimata dai paramedici giunti sul posto, la 13enne ha trascorso due giorni in ospedale dove è stata anche sottoposta a un intervento chirurgico per curare le ustioni gravi sulle mani e lo stomaco.

LEGGI ANCHE: Esplode la batteria del cellulare, morta 18enne.