Finalmente al mare: sole, libertà e spiagge ancora libere, sono stati questi gli ingredienti del weekend che ha invogliato i friulani a raggiungere le località balneari, nell'attesa delle linee guida definitive per le "spiagge Covid-free" in tutta la regione. Già, perché a Grado il via è stato dato la settimana scorsa, mentre per Lignano si dovrà aspettare la prossima settimana, dopo il test di ieri.

La risposta dei friulani è stata buona, nonostante però le percentuali delle attività commerciali aperte sia decisamente molto bassa. A quanto pare solo il 30% dei negozi ha deciso di alzare le saracinesche nel Comune di Lignano Sabbiadoro. Dalla prossima settimana, invece, apriranno tutti gli stabilimenti con annessi chioschi. Anche se la mancanza di turisti stranieri sta rallentando le aperture.

Dalla prossima settimana, anche a Lignano saranno dunque aperti gli ombrelloni. Prenotazione online e distanze saranno le regole, ma bisognerà capire come gestire il discorso bagnasciuga, visto che per le normative in vigore sarà vietato stendere i propri asciugamani lì ma anche praticare attività sportive collettive, come beach volley e calcio. A quanto pare una soluzione può essere quella di posizionare alcuni lettini anche in riva al mare, ma sono le decisioni che dovrà prendere la Regione nei prossimi giorni, che riguarderanno anche la gestione delle spiagge libere dove potrebbero comparire vigili privati per controllare le distanze. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

In Evidenza