Italy

Specchio, l’emergenza virus e una solidarietà senza confini: dai 2 euro di Ali Said, ai 10 mila dollari americani

TORINO. «Auguro ogni bene all’Italia». Ammar è un medico e quando invia i suoi 100 euro dall’Iraq, per gli ospedali torinesi, si firma così: “Ammar Adil Dhaiban, anestesista”. Ali Said Yucel invece scrive dalla Turchia: «Vorrei poter donare di più. Ma sono soltanto un povero ragazzo con un salario minimo». Due euro, dunque, e valgono come i 2000 che un anonimo manda da Singapore. O come i mille che Harry e Aik versano dal Colorado e da Kuala Lumpur. Poi ci sono i 200 euro di un signore eritreo che adesso vive in Norvegia: «Sono arrivato in Italia nel 2006, sui barconi. Sono grato per il vostro aiuto in un momento per me difficile. Siete un popolo generoso. Mi si spezza il cuore a vedere quello che state affrontando».

Coronavirus, quando finirà la quarantena? Le opinioni di un matematico e di un virologo a confronto


Dal Guatemala alla California, passando per Copenaghen, Madrid, Dubai, Londra, Ottawa, San Paolo, New York, Hong Kong, New Delhi. C’è tutto il mondo accanto a Specchio dei tempi, e accanto ai medici e ai sanitari torinesi che lottano contro il Coronavirus. Degli oltre 7,4 milioni di euro raccolti, 53878 euro sono stati donati su specchiodeitempi.org e sui social media da 513 persone provenienti da 54 diversi Paesi. Un’ondata di solidarietà che sta attraversando il web, grazie alla credibilità internazionale che Specchio ha costruito con 65 anni di interventi nelle principali catastrofi. Guerre, tsunami, terremoti (l’ultimo in Messico, nel 2017): la generosità dei lettori de “La Stampa” ha cambiato migliaia di vite nei cinque continenti. E ora dall’estero arriva un grande abbraccio a Torino, con messaggi commoventi che i donatori accompagnano alle offerte. Si possono leggere su specchiodeitempi.org/dediche e vengono ripresi sui canali Facebook e Instagram della onlus.

«Mia mamma era un’infermiera. Lavorava di notte, dormiva tre ore e poi si occupava della casa» spiega Andrew Bannon. «Ho un enorme rispetto per i sanitari e vorrei aiutare il più possibile gli italiani. L’Europa è viva: noi ci preoccupiamo dei nostri fratelli». Bannon, 41 enne irlandese che vive a Monaco, avrebbe dovuto correre la maratona di Roma. Domenica farà 700 giri del suo giardino (cioè 42,195 km) per sostenere Specchio. Ha già raccolto 700 euro raccontando la sua impresa. La Germania è uno dei paesi che hanno donato di più, insieme agli Stati Uniti: per coinvolgere gli americani Specchio ha aperto una campagna sul portale Global Giving, dove ieri un anonimo ha versato 10 mila dollari. Per fare squadra con Pechino, invece, la fondazione ha assoldato un giovane esperto di social media orientali, Luca Bellet. Da giorni si sta organizzando una spedizione di forniture che varie aziende cinesi vogliono regalare a Torino. Intanto il sito web della onlus è stato tradotto. Ieri sono arrivati i 400 euro di Tiffany Zhang: «Con amore, dalla Cina. Spero che l’Italia si riprenda presto e ringrazio lo staff medico che combatte per tutti noi. Siamo con voi». E poi la prima donazione con una dedica in ideogrammi. Traduzione: “Desidero la pace e la salute del mondo”. 

Coronavirus, Specchio dei Tempi in prima linea: la consegna della spesa agli anziani soli


COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112. Le donazioni sono possibili con carta di credito su specchiodeitempi.org/dona, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Info: [email protected]; 011.6568376.

Coronavirus, le pizze sospese di Specchio per medici e infermieri